29 agosto 2018
ore 14:15
di Manuel Mazzoleni
tempo di lettura
2 minuti, 58 secondi
 Per tutti
Ore 6.10 del 29 Agosto 2005:

l'uragano Katrina, di categoria 3, con venti a 205 km/h si abbatte sulle coste della Louisiana portando morte e distruzione nei giorni a seguire. Stiamo parlando di uno dei cinque più gravi uragani della storia degli Stati Uniti, il più grave in termini di danni economici ed uno dei più gravi dal punto di vista del numero di morti. È stato il sesto più forte uragano atlantico mai registrato e il terzo più forte che abbia mai raggiunto le coste degli Stati Uniti.





Ricordiamo brevemente la sua storia:

La storia ebbe inizio il 23 agosto del 2005 con la formazione della depressione tropicale sopra la parte sudorientale delle Bahamas. Tale depressione diventò poi tempesta tropicale la mattina del 24 agosto assumendo il nome di Katrina. La tempesta tropicale continuo a muoversi verso la Florida,  diventando Uragano di categoria 1 solo due ore prima di giungere sulla terraferma tra Hallandale Beach e il Golfo del Messico. La tempesta, rituffatasi successivamente nelle calde acqua del Golfo, si intensificò rapidamente , raggiungendo la categoria 3 il 27 agosto, per poi potenziarsi sino a categoria 5 la mattina del 28 agosto con venti sino a 280 km/h e una pressione atmosferica di 902 hPa. La pressione misurata ha fatto di Katrina il quinto più intenso uragano atlantico registrato fino ad allora.



Katrina ha successivamente generato landfall vicino a Buras-Triumph in Louisiana il 29 agosto

alle 6.10 ora locale come uragano di Cat.3 con venti sino a 205 km/h. Sulla terraferma i venti dell'uragano soffiavano a 190 km/h e la pressione nel centro della tempesta era di 920 hPa. Dopo aver attraversato il sud-est della Louisiana e Breton Sound, è approdato per la terza volta vicino al confine tra Louisiana e Mississippi sempre come uragano di categoria 3 con venti sino a 195 km/h.





Katrina ha poi proseguito la sua marcia risalendo i Mississippi, ma dopo si è indebolito, perdendo infine la sua forza di uragano a più di 240 km nell'entroterra (circa nei pressi di Meridian). È stato successivamente declassato a depressione tropicale nei pressi di Clarksville, Tennessee, ma i suoi resti erano ancora distinguibili nella parte orientale della regione dei Grandi Laghi il 31 agosto, quando è stato assorbito da un fronte freddo.



L'aumento del livello delle acque, causato dall'onda di tempesta, ha provocato gravi danni lungo la Costa del Golfo degli Stati Uniti

, devastando le città del Mississippi Waveland, Bay St. Louis, Pass Christian, Long Beach, Gulfport, Biloxi, Ocean Springs e Pascagoula. Quasi in tutti gli argini dell'area metropolitana di New Orleans si sono create delle brecce non appena l'uragano Katrina è passato ad est della città, inondando conseguentemente l'80% dell'area metropolitana e molte aree delle vicine parrocchie per settimane. In Louisiana, il sistema di prevenzione delle inondazioni non ha funzionato in più di 50 punti differenti.





Almeno 1 836 persone hanno perso la vita

a causa dell'uragano Katrina, rendendolo il più grave negli Stati Uniti dal punto di vista del numero dei morti dopo l'uragano Okeechobee del 1928. Si stima che la tempesta abbia causato

danni per 108 miliardi di dollari,

diventando il più grave disastro naturale della storia degli Stati Uniti in termini economici. Danni che a distanza di anni rimangono ancora visibili nella cittadina di New Orleans, appunto la più colpita da quella che per molte è stata una tra le pagine più terribili della storia degli Stati Uniti.




Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati