11 luglio 2018
ore 13:29
di Carlo Migliore
 Per tutti

Durante le ondate di caldo intenso si fa spesso riferimento agli accorgimenti da seguire quando si esce in strada sotto al solleone ma pochi si interessano a quello che succede quando entriamo in auto. Ebbene da uno studio effettuato dalla casa automobilistica SEAT è emerso che con temperature particolarmente elevate nell'abitacolo, superiori ai 35° , è come se si guidasse ubriachi, con riflessi rallentati, pari ad un tasso alcolico nel sangue di 0.5 grammi per litro.

Guidare in auto con più di 35° all'interno è come guidare ubriachi
Guidare in auto con più di 35° all'interno è come guidare ubriachi

Una temperature che si supera abbondantemente se la macchina è parcheggiata al sole, addirittura si potrebbero raggiungere i 70°!!. La prima cosa da fare appena entrati in auto è aprire immediatamente finestrini e portiere e lasciarli spalancati per qualche minuto in modo da abbassare velocemente il picco termico. Subito dopo è possibile chiudersi ed accendere il climatizzatore. 

Mai accendere il climatizzatore senza aver prima arieggiato l'auto e soprattutto se la temperatura esterna è superiore ai 30° non scendere mai sotto ad una temperatura interna di 21°. Attenzione poi anche ai livelli dei liquidi dell'auto, olio e impianto di raffreddamento del radiatore subiscono modifiche nel periodo estivo. Ultimo consiglio, controllare spesso la pressione degli pneumatici a freddo perché la pressione delle gomme con il gran caldo tende a calare.

Articoli correlati

Scarica la nostra app ufficiale!

Commenti