20 novembre 2013
ore 7:55
di Edoardo Ferrara
tempo di lettura
1 minuto, 24 secondi
 Per tutti
Alluvione Sardegna, dichiarato stato di emergenza

- Rivisto a 16 il bilanciio delle vittime delle piogge torrenziali di Lunedì scorso, che hanno causato piogge particolarmente violente indotte da un vero e proprio

ciclone mediterraneo

. Uno dei due dispersi è stato ritrovato, mentre gli sfollati sono oltre 2.700. La situazione più critica rimane nel comparto nord-orientale dell'Isola con 13 vittime solamente nella zona di Olbia, 2 a Nuoro ed una ad Oristano. 

Ci sono ancora situazioni a rischio: le criticità principali a Torpè, dove sono state evacuate 500 persone e nel centro di Olbia. Monitorate due dighe: Maccheronis e fiume Cedrino. E' stato dichiarato lo stato di emergenza tanto che il governo ha stanziato 20 milioni di euro. Numerose località sarde superano accumuli di 200-300mm da inizio mese, ma durante l'alluvione vi sono stati picchi di oltre 400mm in 24 ore!

Anche il Sud ha fatto i conti con violento maltempo, criticità in Campania, Calabria e Puglia - Violenti nubifragi, dopo aver sferzato la Calabria soprattutto jonica con pesanti danni, allagamenti ed esondazioni tra crotonese, catanzarese e vibonese ( caduti fino ad oltre 200mm di pioggia ), si sono abbattuti sulla Puglia flagellando il Salento. Situazione particolarmente critica ancora una volta nel tarantino per forti venti, violenti temporali e sospetto tornado a Gallipoli. Forti temporali anche sulla Campania ed in particolare sul Golfo di Napoli

Lazio battuta da forti rovesci e temporali da ieri sera, nubifragio a Roma che nella notte ha scaricato fino a 60-70mm nella Capitale. Segnalate inoltre violente raffiche di vento soprattutto sui settori costieri. Danni ed allagamenti anche ad Ostia.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati