6 dicembre 2018
ore 17:57
di Edoardo Ferrara
 Per tutti

Attività solare bassa
Attività solare bassa
ATTIVITA' SOLARE BASSA, SI VA VERSO IL MINIMO - L'attività solare risulta sempre più bassa, ci apprestiamo a raggiungere il minimo che dovrebbe sancire la fine del Ciclo 24. La situazione attuale vede un numero di macchie solari medio inferiore alle aspettative, quindi un'attività solare ancora più bassa rispetto alle proiezioni, che comunque segnano la strada al raggiungimento del minimo nei prossimi anni. A dire il vero anche il picco massimo è stato più basso rispetto alle proiezioni ( un numero medio di macchie di 82 contro i 90 previsti ) e in ritardo di circa un anno ( aprile 2014 anzichè maggio 2013 ). Da notare come il 2018 fino ad ora conti 203 giorni senza macchie solari, pari al 60% di copertura annua ( nel 2017 i giorni senza macchie sono stati 104, 32 nel 2016 e 0 nel 2015 ): il declino dell'attività solare è dunque evidente in questi ultimi anni, sebbene con qualche sussulto ogni tanto. Uno di questi sussulti è in atto: si è infatti evidenziato un 'buco' coronale nell'atmosfera del Sole, attraverso il quale il vento solare dovrebbe sprigionarsi e raggiungere l'atmosfera terrestre tra il giorno 8 e 9 dicembre, favorendo tra l'altro delle suggestive aurore oltre il Circolo Polare Artico. 

PRIME INDICAZIONI SUL CICLO 25 - Le proiezioni sul Ciclo solare 25 sono ancora in fase di sviluppo e analisi, ma le prime indicazioni suggeriscono che il Ciclo 25 potrebbe essere anche più debole del ciclo 24 e in generale degli ultimi 100 anni. Non solo, ma il nuovo ciclo potrebbe essere preceduto da un minimo piuttosto duraturo, che è quello al quale stiamo andando incontro. 

EFFETTI SUL CLIMA -  Nelle fasi di maggiore attività le emissioni di particelle producono tempeste geomagnetiche che danno luogo a spettacolari aurore. La ionizzazione scalda inoltre l'atmosfera. Pochi raggi cosmici, per l'aumento dell'attività solare significa inoltre meno nuvolosità bassa, dunque maggiore aumento della temperatura terrestre. Gli effetti di una maggiore attività solare si ripercuoterebbero sull'aumento della forza degli Alisei e nell'aumento della evaporazione all'Equatore, dunque un aumento delle precipitazioni. Anche su El Nino e La Nina il sole avrebbe una certa influenza. In questo articolo maggiori dettagli

Articoli correlati

Scarica la nostra app ufficiale!

Commenti