8 ottobre 2021
ore 16:07
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
56 secondi
 Per tutti
L'eruzione del Cumbre Vieja in un'immagine di archivio
L'eruzione del Cumbre Vieja in un'immagine di archivio

Giovedì 7 ottobre è stato chiuso l'aeroporto di La Palma, nelle Isole Canarie, a causa di un accumulo di cenere vulcanica sulla pista provocato dalla continua eruzione del vulcano Cumbre Vieja, cominciata lo scorso 19 settembre. Gli altri aeroporti dell'arcipelago delle Isole Canarie e quelli al largo del Nord Africa sono rimasti aperti e un portavoce di AENA ha affermato che per ora è improbabile che la nuvola di cenere rappresenti un rischio maggiore per le rotte aeree.

Lo scalo è chiuso anche oggi, venerdì, e si tratta della seconda volta in cui l'aeroporto di La Palma viene chiuso a causa dell'eruzione vulcanica. Insieme all'eruzione l'IGN, l'Istituto Geografico Nazionale, ha registrato anche 40 scosse di terremoto nella mattinata di venerdì, la più forte delle quali di magnitudo 3.8 sulla scala Richter e a 36 chilometri di profondità nel comune di Fuencaliente.

SITUAZIONE DISASTROSA - La lava che fuoriesce dal vulcano ha distrutto raccolti di banane e danneggiato centinaia di edifici, oltre ad aver nettamente influito sulla qualità dell'aria. La situazione a La Palma è davvero molto critica.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati