21 novembre 2023
ore 10:16
di Francesco Nucera
tempo di lettura
55 secondi
 Per tutti
riscaldamento globale
riscaldamento globale

Il 17 novembre, secondo Copernicus, è stato il primo giorno in cui il mondo ha avuto una anomalia di temperatura media globale di +2,07°C sopra i livelli pre-industriali. Questa anomalia è stata tallonata il giorno 18 novembre da quella di +2,06°C. E' inoltre la più alta anomalia di temperatura e non il giorno più caldo della terra che è stato registrato nel mese di luglio 2023. L'anomalia è risultata inoltre essere di +1,17°C sopra la media 1991-2020. C'è inoltre da osservare come da inizio estate la temperatura media globale sia su valori record.

Questa anomalia, che supera la soglia di +1,5°C degli Accordi di Parigi e rappresenta un forte promemoria del trend riscaldamento globale, fa parte della variabilità giornaliera in cui gioca un ruolo fondamentale El Nino e non è sufficiente per dedurre una tendenza climatica; anche se la sfida dell'uomo è quella proprio di evitare che questo superamento diventi la norma. Secondo le proiezioni, al ritmo delle emissioni antropiche attuali, il livello di riscaldamento in corso ci porterebbe verso questa nuova soglia attorno al 2034.



Seguici su Google News


Articoli correlati