14 dicembre 2020
ore 13:52
di Carlo Migliore
tempo di lettura
44 secondi
 Per tutti
Etna torna in eruzione, esplosioni e fontane di lava dal cratere di sudest
Etna torna in eruzione, esplosioni e fontane di lava dal cratere di sudest

Decisamente a sorpresa, la notte scorsa, L'Etna, completamente imbiancato dalla neve è tornato in una fase parossistica con esplosioni e fontane di lava dal cratere di Sud-Est. L'eruzione ha provocato una notevole emissione di cenere sottile che è caduta, come anche su Catania annerendo auto, balconi e strade e marciapiedi. Un fenomeno, quest'ultimo, che si è già esaurito, come l'attività al cratere che appare in decremento.

Il fenomeno al momento non impatta sull'attività operativa dell'aeroporto internazionale Vincenzo Bellini. Sul fronte dell'attività effusiva, le telecamere di sorveglianza dell'Ingv-Oe di Catania, sembra essere inattiva la colata lavica prodotta dalla fessura di Sud, mentre quella che emerge dalla quella di Sud-Ovest meno alimentata. Inoltre, sono stati osservati tre flussi piroclastici che che si sono sviluppati con l'apertura della fessura eruttiva di Sud-Ovest. Quello più avanzato ha superato monte Frumento Supino. 




Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati