8 luglio 2019
ore 21:20
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 40 secondi
 Per tutti

Due principali figure depressionarie stanno contemporaneamente caratterizzando il tempo su parte del Continente, una posizionata sulla Penisola Iberica, l'altra sul comparto baltico. La prima è responsabile di giornate molto instabili soprattutto sulla Spagna, dove nel pomeriggio si sviluppano intensi temporali capaci di scaricare grandinate anche violente con chicchi di grandi dimensioni. E' successo ieri, domenica, nella Comunità Valenzana e in quella autonoma di Castiglia-La Mancia, le zone più flagellate.

I fenomeni sono stati così forti da aver trasformato le strade in torrenti e ricoperto i prati di un notevole spessore di ghiaccio. Fenomeni molto intensi si stanno ripetendo anche nel pomeriggio di oggi, lunedì, oltre che sulle stesse zone anche sulle aree nordorientali del Paese, con coinvolgimento della zona pirenaica.

Se in Spagna i fenomeni sono accompagnati da condizioni climatiche più estive, sul Baltico il clima è assai diverso e in questo caso abbiamo a che fare con temperature abbondantemente inferiori alla norma e valori che in alcuni casi non vanno oltre i 12°C nelle ore centrali del giorno, come sta accadendo a Vilnius, nella Lituania. In questo caso la causa è da ricercarsi in una depressione ben organizzata ed alimentata direttamente da fredde correnti di origine artica che affluiscono verso il centro di bassa pressione.

Anche in questo caso si segnalano alcuni temporali che interessano non solo i paesi baltici, ma che si estendono verso nord fino al Golfo di Finlandia. Pioggia e freddo si spingono inoltre verso ovest, coinvolgendo Polonia, Parte della Germania, Danimarca e Olanda, con massime ovunque inferiori a 20°C.

Per maggiori dettagli previsionali consultate l'apposita sezione meteo Italia.

Per conoscere lo stato dei mari e dei venti clicca qui.

Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.

Allerte previste nei prossimi giorni: clicca qui.

Per conoscere lo stato dei mari e dei venti clicca qui.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati