12 ottobre 2020
ore 23:43
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
4 minuti, 44 secondi
 Per tutti
Cronaca meteo Italia
Cronaca meteo Italia

NEVE ANCHE SULL'ETNA - La perturbazione in azione fin sulle regioni meridionali non ha risparmiato la Sicilia, particolarmente coinvolta nel suo settore orientale dove si sono avuti rovesci e temporali. L'aria più fredda che affluisce da ovest sta determinando un calo delle temperature in quota, tanto che la neve sull'Etna si è abbassata nel pomeriggio verso i 2300m.


ALLAGAMENTI IN MOLISE- Nel corso del pomeriggio un violento temporale si è generato sulla fascia subappenninica molisana colpendo duramente la zone di Larino dove in solo 1 ora sono caduti più di 70 mm di pioggia che hanno causato numerosi allagamenti. 

NUOVO CARICO DI TEMPORALI SUL SALENTO - Dopo i temporali e nubifragi che ad inizio mattinata si sono scaricati nel sud della Puglia ed in particolare sul Salento, la condizioni sono andate parzialmente migliorando nel corso della mattinata. Dal primo pomeriggio però una nuova linea temporalesca ha raggiunto dallo Ionio la Puglia e sta mostrando i denti ancora una volta sul Salento, sotto temporali anche di forte intensità.

PIOGGE E TEMPORALI SPARSI ANCHE SUL RESTO DEL CENTRO-SUD - Contemporaneamente i fenomeni legati alla stessa perturbazione stanno interessando Lucania, Calabria e Sicilia, oltre a Sardegna e gran parte delle regioni centro-meridionali. Schiarite stanno intervenendo invece nel pomeriggio tra Toscana e Lazio, seppur in un contesto di spiccata variabilità.

MALTEMPO SULLA ROMAGNA - Tra le regioni settentrionali l'unico settore ancora coinvolto dal maltempo con le ore pomeridiane è la Romagna, dove gli accumuli pluviometrici dalla mezzanotte raggiungono anche gli 80mm, come nel caso di Cervia. In quota continua a nevicare oltre i 1500m circa.

NEVE SULLA DORSALE ROMAGNOLA - Mentre la perturbazione insiste sull'Emilia orientale e sulla Romagna la neve ha conquistato l'Appennino romagnolo con fiocchi segnalati fino a 1600m di quota e uno strato di 2-3cm che imbianca il Monte Falco.

PIOGGE E TEMPORALI SU EST SICILIA E CALABRIA - Intanto al Sud i fenomeni più importanti si concentrano ora tra Sicilia orientale e Calabria, accompagnati anche da temporali, Accumulati in poche decine di minuti fino a 25mm e oltre sul Reggino, 25mm sul Pollino.

ALLAGAMENTI NEL SALENTO. Hanno picchiato duro i temporali ad inizio mattinata sul Salento, tanto che si sono avuti allagamenti nel Leccese con accumuli pluviometrici fino a 50mm e diversi disagi nella circolazione stradale. A Gallipoli si segnalano allagamenti anche all'interno dell'ospedale.

MINIME SOTTO LA NORMA ANCHE DI 5/7°C AL CENTRO-NORD - Un vortice depressionario si è formato sull'Italia nordoccidentale in seguito all'irruzione di correnti fredde provenute dal Nord Europa e dal suo centro si snoda una perturbazione che sta interessando gran parte d'Italia con fenomeni anche di forte intensità, soprattutto sulle regioni centro-meridionali. Al Nord i fenomeni si concentrano invece sull'Emilia Romagna, mentre sono in attenuazione o ormai in esaurimento al Nordest. Ampie schiarite sono intervenute invece al Nordovest, responsabili di un calo delle temperature minime con valori di soli +5°C a Torino con valori che spesso risultano anche di 5/7°C su buona parte delle regioni centro-settentrionali.

MALTEMPO SU EMILIA E CENTRO-SUD. La perturbazione sta agendo su Emilia orientale e Romagna, oltre a gran parte del Centro-Sud. Accumuli pluviometrici oltre 25mm si registrano sul Forlivese, 30mm sul Grossetano, ma è in Campania che si sono avuti i fenomeni più intensi con alcune criticità. A Napoli un nubifragio si è scaricato sulla città nella serata di domenica trasformando le strade in torrenti nella zona di Posillipo, con auto bloccate e abitanti costretti a rimanere chiusi in casa. Ma un po' tutto il Sud Italia è alle prese con maltempo intenso con piogge diffuse su est Sicilia, Calabria, Lucania, temporali in Puglia, specie sul Salento. Piogge e qualche temporale anche in Sardegna.

NEVE SU ALPI ORIENTALI E APPENNINO. La neve ha imbiancato le Dolomiti anche fino a 700m sul Tarvisiano, oltre i 1100/1200m sulle restanti Alpi orientali, leggera imbiancata a Dobbiaco, San Candido, Ortisei, Cortina d'Ampezzo, Sappada e Tarvisio. Accumuli di neve fresca anche di 50cm oltre i 2000m. Ma la neve ha fatto la sua comparsa fin sull'Appennino Emiliano, oltre i 1200m sul settore modenese e sull'Abetone.

VENTI FORTI. Si segnalano inoltre i venti forti che vengono innescati dalla presenza del vortice sulle regioni di Nordovest, con il Maestrale che spazza i bacini occidentali, soprattutto il Mar di Sardegna. Tramontana invece sulla costa ligure con raffiche fino a 80km/h sulla costa di Levante, Bora sull'alto Adriatico con raffiche di 80km/h a Trieste.

METEO PROSSIME ORE. Andrà ulteriormente migliorando la situazione al Nord con le ultime piogge sulla Romagna fino al mattino, localmente anche sul basso Veneto, in esaurimento dal pomeriggio. Neve sull'Appennino Emiliano oltre i 1200/1300m, in rialzo a 1400m. Ampie schiarite al Nordovest, in graduale estensione al Triveneto. Graduali schiarite in Toscana, tempo instabile o perturbato sul resto del Centro-Sud con piogge e temporali che tenderanno a concentrarsi sul versante tirrenico, in particolare sulla Calabria, ma anche sul Salento. Spruzzate di neve sull'Appennino centrale dai 1900m. Nel corso della serata fenomeni in graduale attenuazione a partire dalle regioni centrali, con schiarite in arrivo sul Lazio. Venti ancora tesi o forti di Maestrale, Tramontana e Grecale. Temperature in calo. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia. Per l'evoluzione per i giorni successivi clicca qui.

Meteo prossime ore
Meteo prossime ore


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati