29 aprile 2020
ore 21:10
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 7 secondi
 Per tutti
Alluvione a Fort McMurray. (Fonte immagine: Courtney Theriault via Twitter)
Alluvione a Fort McMurray. (Fonte immagine: Courtney Theriault via Twitter)

Non è un fenomeno raro nelle primavere canadesi quello accaduto nella provincia dell'Alberta, ma lo è l'intensità con cui si è manifestato quest'anno. Dopo il lungo e rigido inverno i fiumi si presentano in gran parte ghiacciati e quando le temperature salgono sopra lo zero inizia la fusione delle loro superfici. A Fort McMurray, nella Regional Municipality di Wood Buffalo, nella provincia dell'Alberta in Canada, il fiume Athabasca ha visto fondersi improvvisamente lo strato di ghiaccio che ne ricopriva la superficie a causa del repentino innalzamento delle temperature che tra domenica e lunedì hanno raggiunto addirittura i 21°C.

Enormi blocchi di ghiaccio hanno cominciato a mettersi in moto verso valle, trasportati dall'impetuosa corrente dell'acqua insieme a fango e detriti che hanno raggiunto il centro della città creando danni ingentissimi. Il livello dell'acqua è cresciuto fino ai primi piani degli edifici ed in alcuni casi fino ai tetti delle abitazioni più basse. Molte auto sono state trascinate via dalla furia delle acque, mentre diverse aziende sono state danneggiate.


Per alcune zone è scattato l'immediato ordine di evacuazione e sono stati chiusi i collegamenti del gas e dell'elettricità a scopo precauzionale. Circa un centinaio di persone non hanno però rispettato l'ordine e sono stati soccorsi e salvati durante la notte.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati