10 gennaio 2021
ore 23:57
di Francesco Nucera
tempo di lettura
1 minuto, 38 secondi
 Per tutti

Temperature insolitamente miti hanno interessato la Sicilia nella giornata di sabato come conseguenza di un afflusso di correnti calde dal Nord Africa. In particolare sono stati i versanti tirrenici più coinvolti da temperature che nulla hanno a che vedere con il cuore dell'inverno. Punte fino a 25-27°C si sono registrare infatti tra Palermitano e messinese tirrenico per via anche dei venti di caduto dovuto allo Scirocco. Acquedolci ha toccato addirittura i 28°C , 27°C a Patti, 26°C a Cefalù, 25°C a Palermo. Di contro i valori non hanno superato i 16-17°C sulle zone ioniche evidenziando proprio questo netto divario termico. Le temperature sono rimaste 'anomale' anche in tarda serata con 23-25°C ancora segnalati sull'area tirrenica. 

Le correnti di Scirocco hanno altresì trasportato polvere dal deserto del Sahara che è precipitata al suolo attraverso le piogge che hanno coinvolto gran parte del Sud Italia. I venti caldi pettinando il mare più freddo hanno dato luogo a banchi di nebbia o nubi basse anche lungo le zone costiere.

Il caldo fuori stagione ha inoltre fatto superare alcuni record per gennaio a Malta con massime fino a 29°C e in Tunisia dove il termometro ha toccato quota +34°C!

Le temperature sono destinate a rimanere alte anche domenica con l'aria calda che si estenderà anche alla Calabria seppure con delle precipitazioni.

Temperature inverali al Centro Nord. Mentre la Sicilia affrontava queste temperature simil estive, al Centro Nord Italia invece i valori sono stati in linea col periodo per via dell'aria fredda che ha raggiunto queste zone, con fiocchi di neve a bassa quota, fino a raggiungere il Molise; nello specifico emblematico il caso di Campobasso con la neve che ha imbiancato i tetti delle case. Tra Sicilia e Piemonte è stato netto il divario termico, anche oltre i 20°C.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati