10 settembre 2021
ore 16:01
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
59 secondi
 Per tutti
Caldo nel Regno Unito in un'immagine di archivio
Caldo nel Regno Unito in un'immagine di archivio

Mercoledì è stata per la Scozia la giornata più calda dal 1906 nel mese di settembre, quando la stazione di Charterhall ha raggiunto la punta di 28,6°C. Tutto per un anomalo anticiclone che si è impossessato dell'Europa centrale e delle Isole britanniche, sfruttando un contributo caldo nordafricano. La giornata stabile e soleggiata, insieme alle correnti calde affluite all'interno della campana anticiclonica, hanno favorito il raggiungimento di simili valori termici, circa 10/15°C oltre le medie del periodo.

Il caldo fuori stagione ha accomunato un po' tutto il Regno Unito, tanto che anche nel Galles sono state raggiunte temperature record. In questo caso è stato di notte che la colonnina si è mantenuta particolarmente elevata, facendo segnare alla stazione di Aberporth la minima più alta record per lo stato di 20,5°C nel mese di settembre, battendo il precedente del 1949 di 18,9°C registrato Rhyl.

Il caldo eccezionale è però durato poco, poiché nei due giorni successivi si è assistito ad un vero e proprio tracollo termico per l'ingresso di correnti instabili nord atlantiche che hanno fatto scendere la colonnina di circa 10°C, a suon di piogge e temporali.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati