15 giugno 2021
ore 12:01
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 28 secondi
 Per tutti
La tempesta tropicale Bill (Fonte: NOAA)
La tempesta tropicale Bill (Fonte: NOAA)

Era nell'aria da alcuni giorni e le sempre più calde acque atlantiche promettevano in favore della formazione di un nuovo sistema tropicale sull'Atlantico statunitense, dopo Ana che si era formata con qualche giorno di anticipo rispetto all'avvio ufficiale della stagione fissato per il primo giugno. Adesso è realtà e al largo delle coste del North Carolina si è formata la tempesta tropicale Bill, alle coordinate 36.7N 69.8W ovvero a più di 500km dalla costa centrale degli USA. Al momento Bill non impensierisce la costa americana e si muoverà al largo parallelamente alla East Coast, spostandosi verso nordest alla velocità di 37km/h, mentre intorno al suo centro soffiano venti le cui raffiche raggiungono circa gli 80km/h.

Bill si sposterà quindi molto velocemente risalendo in latitudine l'Atlantico e nel giro di 24 ore si troverà in prossimità dell'isola canadese di Newfoundland domani, mercoledì. Qui è atteso probabilmente il suo landfall, con forti rovesci e raffiche di vento. Anche se fino a quel momento non avrà coinvolto la East Coast potrà avere ripercussioni indirette, rendendo agitati i mari con onde lunghe che potranno infrangersi fin sulla costa e creare notevoli disturbi alla navigazione e alla pesca su aree come Massachusetts orientale, isole di Nantucket e Martha's Vineyard.


Intanto altre due aree temporalesche vengono costantemente monitorate per la possibilità che evolvano in sistemi tropicali. Si tratta di una zona sulle acque sudoccidentali del Golfo del Messico, proprio di fronte alle coste messicane, e di un'altra vicino alle coste dell'Africa occidentale. Entro le prossime 48 ore sapremo quale sarà il loro destino. I prossimi sistemi tropicali si chiameranno nell'ordine Claudette e Danny.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati