2 settembre 2019
ore 18:06
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 30 secondi
 Per tutti

SITUAZIONE ORE 16,30. Gran parte d'Italia è alle prese con rovesci e temporali e con fenomeni che a tratti risultano anche di forte intensità. Al Nord i fenomeni erano presenti già in mattinata, a causa di un fronte che ha valicato le Alpi e si è portato in giornata sul Nordest. Proprio sul Triveneto si registrano i fenomeni più violenti con temporali che hanno accumulato anche più di 80mm di pioggia sul Bellunese. Fenomeni a tratti intensi inoltre sull'Appennino Emiliano, in particolare sul settore romagnolo dove gli accumuli pluviometrici sfiorano i 50mm.

Ma anche al Centro-Sud è un fiorire di temporali, non solo sull'Appennino ma anche sugli entroterra tirrenici e su alcune zone costiere del versante adriatico. Forti temporali anche grandinigeni segnalati su Marche, parte dell'Umbria, Lucania, Puglia centrale e Calabria ionica, con sconfinamenti al Golfo di Taranto. 
Situazione critica tra le province di Ancona e Pesaro: nell'entroterra senigagliese si sono raggiunti accumuli di 70/80 mm in poche ore, provocando diffusi allagamenti e disagi alla circolazione.
L'instabilità non risparmia le isole maggiori, soprattutto la Sardegna, dove sono in corso temporali anche intensi in prossimità del Gennargentu.

PROSSIME ORE. Il fronte giunto dalla Francia insisterà al Nordest con ulteriori temporali su Emilia, est Lombardia e Nordest, ma i fenomeni andranno attenuandosi nella notte. Qualche rovescio serale in arrivo fin sul basso Piemonte. Fenomeni diffusi insisteranno fino a sera sulle restanti aree peninsulari, anche temporaleschi, con frequenti sconfinamenti alle coste ma attenuandosi parzialmente in nottata. Temporali attesi in Sicilia con sconfinamenti alle coste settentrionali e ioniche, in graduale attenuazione la notte. Fenomeni in esaurimento in serata invece in Sardegna. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati