12 luglio 2020
ore 18:10
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 29 secondi
 Per tutti
Immagine di archivio
Immagine di archivio

Il fronte freddo la cui coda si è spinta verso sud fino a coinvolgere parte d'Italia nella giornata di sabato, ha coinvolto più direttamente gli stati centro-settentrionali del Vecchio Continente. Nella giornata di domenica è in azione tra il comparto settentrionale balcanico, la Bielorussia, i paesi baltici e le confinanti pianure russe, dove dà luogo a piogge e temporali anche di forte intensità.

Tra venerdì e sabato è transitato più ad ovest ed ha colpito in particolar modo la Polonia, con temporali violenti ed anche un tornado che è stato avvistato in prossimità della costa baltica. Insieme ai fenomeni di marcata instabilità si sono avuti anche forti venti mediamente occidentali ed un brusco calo delle temperature, con valori scesi anche di 10°C ed oltre rispetto a giovedì.

La giornata vede temperature che a metà giornata non riescono ad andare oltre i 13°C a Riga, in Lettonia, a Minsk, in Bielorussia, 12°C a Leopoli, nell'ovest dell'Ucraina. Molto fresco anche nell'ovest della Romania con valori intono ai 15°C, con piogge e temporali in corso. Valori ancor più curiosi se confrontati con quelli che si registrano poco più ad est, dove l'aria fredda non è ancora arrivata. Colonnina infatti già a 30°C a Bucarest, così come a Kiev nel centro dell'Ucraina, o addirittura 32°C sull'Ucraina orientale verso il confine con la Russia.

Per maggiori dettagli previsionali consultate l'apposita sezione meteo Italia.

Per sapere se sono previste eventuali allerte sulla tua località, e di che tipo, consulta la nostra sezione Allerte

Per capire l'andamento delle temperature previste nei prossimi giorni consulta la nostra sezione temperature.

Per conoscere nel dettaglio lo stato dei mari e dei venti clicca qui.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati