1 marzo 2023
ore 16:27
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 7 secondi
 Per tutti
Il centro del ciclone tropicale Judy visto dal satellite
Il centro del ciclone tropicale Judy visto dal satellite

Il ciclone tropicale Judy sta per lasciare la Repubblica di Vanuatu, composta da 83 isole nel mezzo dell'Oceano Pacifico meridionale circa 400km ad est della Nuova Caledonia, con la forza equivalente a quella di un uragano atlantico di categoria 4 e venti le cui raffiche hanno superato i 200km/h. A Port Vila, capitale di Vanuatu, da un paio di giorni regna il caos e l'allarme non è ancora cessato. Mercoledì mattina, quando l'occhio del ciclone ha colpito l'isola in cui si trova la capitale, le condizioni si sono fatte estremamente pericolose.


La pioggia alluvionale ha provocato pesanti allagamenti, tanto che diversi residenti si sono dovuti rifugiare ai piani più alti delle loro abitazioni, molti sono stati evacuati. Nel suo spostamento verso sud Judy sta transitando vicino ad una delle isole più meridionali della Repubblica di Vanuatu, Isino. Si sta spostando verso sudest alla velocità di 20km/h e sembra fortunatamente scongiurata la possibilità di un suo passaggio vicino all'Isola del Nord della Nuova Zelanda, recentemente interessata dal transito di potenti cicloni tropicali, l'ultimo dei quali Gabrielle.


Tuttavia sul finire della settimana un nuovo ciclone potrebbe interessare nuovamente Vanuatu e non si esclude che riesca rapidamente a raggiungere l'equivalente della categoria 5 degli uragani atlantici.

La rotta prevista del ciclone tropicale Judy
La rotta prevista del ciclone tropicale Judy

Seguici su Google News


Articoli correlati