12 settembre 2021
ore 12:20
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 20 secondi
 Per tutti
Il super tifone Chanthu in avvicinamento dalle Filippine a Taiwan
Il super tifone Chanthu in avvicinamento dalle Filippine a Taiwan

Rispetto alle previsioni precedenti la rotta del super tifone Chanthu è leggermente cambiata e ha seguito una traiettoria leggermente più orientale, quanto è bastato per evitare un impatto diretto del suo centro sull'isola di Taiwan. L'occhio di Chanthu si è spostato da sud verso nord, lambendo la costa orientale di Taiwan e questo ha fatto si che i fenomeni ad esso legati siano stati leggermente meno intensi del previsto, evitando conseguenze ben più gravi. Si sono comunque avute piogge torrenziali che hanno scaricato fino a 200mm di acqua sulle zone orientali, con venti fino a 190km/h che hanno sollevato onde alte fino a 7 metri.

I disagi provocati da Chanthu sono stati numerosissimi, a cominciare dai collegamenti aerei che hanno visto 159 voli cancellati, i collegamenti marittimi tutti sospesi, i black out che hanno coinvolto 26000 famiglie, 2600 persone che sono state evacuate per il rischio di frane e inondazioni.

La rotta prevista di Chanthu (Fonte: JTWC)
La rotta prevista di Chanthu (Fonte: JTWC)

Ora Chanthu si trova a poche decine di chilometri ad est di Taipei, sulla costa settentrionale dell'isola, ed è un tifone equivalente alla categoria 3 degli uragani atlantici, si sposta verso nord alla velocità di 20km/h e domani, lunedì, si avvicinerà alla costa cinese effettuando probabilmente un landfall sulla zona di Shanghai. Seppur perdendo parte della sua energia provocherà piogge torrenziali e violente mareggiate, prima di cambiare rotta e puntare verso nordest, quasi rimbalzando sulla costa cinese. Nella seconda metà della prossima settimana potrebbe toccare nuovamente terra, questa in Corea del Sud, con la forza di tempesta tropicale.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati