16 luglio 2019
ore 18:10
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
2 minuti, 41 secondi
 Per tutti

AGGIORNAMENTO ORE 16,15. Notevoli le temperature che si registrano nelle ore centrali del pomeriggio al Sud, alle prese con l'instabilità, molto inferiori rispetto alle zone su cui splende il sole. In particolare su Puglia e Sicilia ritroviamo valori intorno a 20/22°C sulle coste e pianure adiacenti, anche di 10°C inferiori rispetto ad alcuni tratti della Val Padana e del Centro Italia, dove si toccano punte di 30/31°C.

AGGIORNAMENTO ORE 15,20. Mentre la perturbazione continua ad agire sul Sud Italia si segnalano allagamenti avvenuti in mattinata nel Foggiano, in particolare a San Severo. Disagi pesanti nella circolazione stradale con gli automobilisti rimasti imbottigliati durante un acquazzone che ha reso impraticabili molte strade. Intanto altri temporali continuano ad interessare Cilento, Lucania, Calabria, ma anche la Sicilia orientale, con i fenomeni che riescono in molti casi a sconfinare alle coste. Nubifragio segnalato ad Augusta, nel Siracusano.

AGGIORNAMENTO ORE 11. Continua ad agire sulle regioni meridionali la perturbazione pilotata dal vortice ora posizionato sul basso Tirreno. Rovesci e temporali si scaricano su Molise, Puglia, Campania interna, Basilicata e Calabria tirrenica, mentre in mare aperto alcune celle temporalesche stanno dirigendosi verso le Eolie. Qualche rovescio riesce anche a spingersi più a nord, interessando le zone interne dell'Abruzzo, in particolare la Maiella.

AGGIORNAMENTO ORE 8,15. La perturbazione che ha attraversato l'Italia da nord a sud nel corso di lunedì è ancora attiva sulle nostre regioni meridionali e sta dando luogo a condizioni di maltempo localmente intenso. Già nella serata di lunedì tempeste di fulmini si sono scaricate sulla costa tirrenica centrale, ben visibili dal Lazio. Nella notte piogge e temporali anche di forte intensità si sono scaricati sulle regioni meridionali e all'alba di oggi, martedì, stanno ancora interessando Puglia, Lucania, Calabria e basso Tirreno. Notevoli gli accumuli pluviometrici che solo dalla mezzanotte sfiorano i 100mm sul Cosentino ai piedi della Sila. Già nella serata di lunedì il versante ionico della Sicilia è stato attraversato da un'ondata di intenso maltempo che ha provocato una tromba d'aria nel Siracusano, a Noto, oltre ad estesi allagamenti nel Catanese. Nella mattinata di martedì forti temporali si stano scaricando sulla Puglia interessando soprattutto il Salento, mentre un'altra linea temporalesca è attiva al largo del basso Tirreno e si dirige minacciosa verso il nord della Sicilia e la Calabria tirrenica. Qualche rovescio segnalato fin sulla Sardegna e sull'interno dell'Abruzzo, mentre sul resto d'Italia è finalmente tornato a splendere il sole.

PROSSIME ORE. La depressione intorno a cui ruota la perturbazione si sposterà in giornata dal basso Tirreno verso lo Ionio e il fronte sarà ancora in grado di dar luogo a condizioni di marcata instabilità sulle regioni meridionali per buona parte del giorno. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia.

Per conoscere lo stato dei mari e dei venti clicca qui.

Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.

Temperature previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati