7 gennaio 2022
ore 15:32
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 17 secondi
 Per tutti
neve a New York (immagine di repertorio)
neve a New York (immagine di repertorio)

L'annunciata tempesta invernale è arrivata puntuale negli USA e dagli stati centrali si è portata verso la East Coast settentrionale, dove è tutt'ora in azione. Nel frattempo ha provocato nevicate record nel Kentucky, dove sono caduti oltre 25cm in città di pianura come Lexington. Proprio qui le strade impercorribili hanno provocato oltre 100 incidenti giovedì, diciotto dei quali hanno causato feriti. Forti nevicate anche nel Tennessee.

La perturbazione, sospinta da gelide correnti canadesi, si è poi spostata verso nordest raggiungendo gli stati della East Coast settentrionale e questa mattina si sono registrati accumuli di neve fresca di quasi 30cm a North Haven, nel Connecticut, anche in questo caso con diversi incidenti stradali. Il più grave a Greenwich, sulla Interstate 95, con feriti.

Neve anche a Washington DC per la seconda volta in una settimana, e New York, qui con più di dieci centimetri al suolo che diventano 15cm sulle zone immediatamente esterna alla città. Neve poi nel Masachussetts, dove molte persone non si sono potute recare al lavoro, così come nel Connecticut e in molti altri stati nordorientali, fin sulla costa.

Le nevicate sono destinate a cessare nelle prossime ore sugli stati americani, ad eccezione dell'estremo North East e proseguiranno nella loro corsa verso nordest fino a superare il confine canadese. Qui sono previste abbondanti fino a sabato e successivamente cesseranno ma saranno seguite da un vistoso abbassamento delle temperature destinato anche ai vicini stati confinanti degli USA.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati