15 settembre 2021
ore 12:47
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 21 secondi
 Per tutti
Situazione satellite sul Golfo del Messico
Situazione satellite sul Golfo del Messico

Dopo aver toccato terra poco dopo la mezzanotte di martedì sulla costa del Texas, poco ad ovest di Houston, l'uragano Nicholas ha cominciato a perdere potenza ed è stato declassato prima a tempesta poi a depressione tropicale. Ora si trova con il suo centro nel primo entroterra in prossimità di Beaumont, quasi al confine con la Louisiana e il suo movimento appare quasi stazionario, spostandosi molto lentamente verso est e varcando nelle prossime ore la linea di confine.


Si sono notevolmente attenuati i venti che soffiano intorno al suo centro e le raffiche non superano i 50km/h, ma è ancora in grado di produrre condizioni di intenso maltempo con piogge e temporali anche a carattere di nubifragio. Non è però più il Texas l'obiettivo del maltempo, ma il grosso dei suoi fenomeni si sta scaricando ora ad est del suo centro, coinvolgendo Louisiana e Mississippi, dove ancora non si sono concluse le operazioni di ripristino dei danni provocati dall'uragano Ida, per il quale era stato dichiarato lo stato di emergenza.


Intanto nel Texas si contano i danni per il passaggio di Nicholas, che ha provocato pesanti allagamenti sommergendo diverse automobili e allagando molte abitazioni. Martedì mezzo milione di persone erano senza corrente elettrica, ma si lavora senza sosta per riparare i danni e ripristinare la circolazione stradale. Nei prossimi giorni forti rovesci continueranno ad interessare Louisiana, Mississippi e Alabama, visto il lento spostamento della depressione tropicale Nicholas e il suo stazionamento sui settori più occidentale della Louisiana.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati