20 ottobre 2020
ore 14:17
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 35 secondi
 Per tutti
Profondo vortice ciclonico sull'Europa nordoccidentale
Profondo vortice ciclonico sull'Europa nordoccidentale

VENTI A OLTRE 100KM/h. E' stato denominato Imka dall'Istituto Meteorologico di Berlino, il profondo ciclone atlantico centrato questa mattina ad ovest dell'Irlanda. Con un minimo di pressione di circa 970hPa è in grado di innescare venti meridionali fino a 100km/h ed oltre tra Irlanda e coste occidentali dell'Inghilterra, nello stretto Canale di San Giorgio. Tempeste di vento da sud non risparmieranno nemmeno i rilievi dei Pirenei, spartiacque tra Spagna e Francia. Dal suo centro si diparte una estesa perturbazione che fatica ad avanzare verso est, ostacolata da un possente anticiclone di blocco sull'Europa centrale che ne amplifica gli effetti.

FORTI PIOGGE SUGLI STATI OCCIDENTALI. Forti pioggia legate alla perturbazione stanno già interessando l'ovest della Penisola Iberica e della Francia, ma nel corso della giornata di oggi, martedì, si assisterà ad una loro ulteriore intensificazione. Sono attese infatti piogge di forte intensità in giornata su Portogallo e Galizia, che si protrarranno fin nella giornata di domani, mercoledì, seppur con intensità minore. Piogge abbondanti attese anche su Francia settentrionale e Inghilterra, così come sul resto del Regno Unito.

CALDO IN RISALITA DAL NORD AFRICA. Un'altra curiosa caratteristica di questo ciclone è l'intenso richiamo di correnti calde meridionali che stanno risalendo tutto il comparto occidentale europeo. Nella giornata di lunedì si sono registrate massime fino a 32°C nel sud della Spagna, in Andalusia, 26°C a Biarritz, sul versante atlantico della Francia al confine con la Spagna. Temperature molto elevate per il periodo sono attese anche oggi, martedì, sull'Europa occidentale a causa del continuo afflusso di aria calda dal Nord Africa richiamata verso il centro del vortice Imka, ma la maggior copertura nuvolosa provocata dal lento avanzamento verso est della perturbazione comincerà ad inibire l'impennata della colonnina di mercurio.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati