26 luglio 2022
ore 23:44
di Edoardo Ferrara
tempo di lettura
3 minuti, 52 secondi
 Per tutti
Meteo: primi forti temporali colpiscono il Nord, oggi tocca anche al Centro
Meteo: primi forti temporali colpiscono il Nord, oggi tocca anche al Centro

AGGIORNAMENTO ORE 22:30 - Come preannunciato nel corso delle ultime ore forti temporali si sono sviluppati tra Lombardia e Piemonte, accompagnati da un deciso calo termico ma anche da colpi di venti e grandinate. Particolarmente colpito il milanese occidentale, dove in poche ore sono caduti sino a 110 mm di pioggia a Ossana, con grandinate e forti raffiche di vento che a tratti hanno raggiunto i 80/90 km/h. I temporali e i rovesci non hanno risparmiato neppure il Lario, con accumuli sino a 50/60 mm nel lecchese così le valli bergamasche occidentali ( 65 mm in Valle Imagna) e le Orobie ( picchi di 70 mm). Altre celle si sono sviluppate anche nel cremonese e isolatamente nel parmense così come sul torinese. I forti temporali sono, poi, gradualmente scesi verso SO andando così a interessare anche novarese, pavese, cremonese, piacentino e alessandrino. Anche al Centro Sud i temporali sono proseguiti sino alla tarda serata interessando soprattutto l'Abruzzo, il Molise e la dorsale laziale meridionale. Nel pomeriggio, invece, il maltempo si è abbattuto sulla Puglia centro settentrionale con forti temporali tra foggiano meridionale e barese forieri di locali grandinate e strade allagate. 

AGGIORNAMENTO ORE 15:00 -Nuovi focolai temporaleschi stanno prendendo vita in queste ore su alcune zone d'Italia, in particolare sul comparto alpino centrale, con fenomeni anche intensi sulle Orobie, in intensificazione anche sulle Dolomiti e in generale sul Bellunese. Locali temporali interessano anche l'Appennino, specie il lato Adriatico, nonchè la Puglia, in particolare tra Foggiano, Barese e sulle Murge. Si segnalano puntuali grandinate.

CRONACA METEO, OCCASIONALI MA FORTI TEMPORALI DA IERI SERA AL NORD, LOCALI VIOLENTE GRANDINATE - Il potente campo anticiclonico africano, responsabile della lunga fase eccezionalmente siccitosa e calda, sta mostrando i primi segnali di indebolimento al Nord Italia, che da ieri sera ha visto il ritorno di qualche forte temporale. Temporali localizzati ma talora intensi in particolare tra medio-basso Piemonte, piacentino e cremonese dove si sono avute anche grandinate di grosse dimensioni, raffiche di vento talora superiori ai 60-70km/h e diversi danni: tra i principali si segnalano alberi abbattuti ma soprattutto auto fortemente danneggiate da chicchi di grandine anche di diversi centimetri di diametro, come nel caso di Saluzzo, nel Cuneese. Danni per il forte vento si sono registrati in particolare anche nel Vercellese, con tetti divelti:

Rovesci e temporali talora violenti si sono poi sviluppati anche sul Trentino Alto Adige, evolvendo in nottata tra alto Veneto e alto Friuli. In mattinata nuove manifestazioni temporalesche hanno preso vita sull'alto Adriatico, in particolare tra Veneziano, costa friulana e sulla Venezia Giulia. Si tratta comunque sempre di precipitazioni localizzate, spesso di breve durata, che certamente non risolvono il grave deficit idrico di cui soffriamo, ma è già qualcosa e in alcuni casi ha anche favorito un primo, pur parziale, smorzamento della canicola. Per ora invece meno coinvolto il Centrosud, se non focolai temporaleschi occasionali in Appennino e al più qualche nube di passaggio. 

Meteo Italia: situazione prevista nelle prossime ore
Meteo Italia: situazione prevista nelle prossime ore

PROSSIME ORE QUALCHE NUOVO FORTE TEMPORALE AL NORD MA ANCHE AL CENTRO, ATTENZIONE ALLA PROSSIMA NOTTE - In giornata ulteriore lieve cedimento dell'anticiclone africano con qualche rovescio o temporale anche al Centro, in particolare su Toscana interna, Umbria, aree interne di Marche e Abruzzo (isolati piovaschi non esclusi entro sera in prossimità della costa); poco o nulla al Sud con al più isolati fenomeni a ridosso dell'Appennino. Per quanto riguarda il Nord, dopo la passata temporalesca sull'alto Adriatico, entro il pomeriggio nuovi focolai temporaleschi sparsi prenderanno vita su Alpi, Prealpi, pedemontane e in generale sull'Emilia Romagna a partire dall'Appennino. Entro sera i fenomeni tenderanno ad interessare, pur a macchia di leoparto, anche la Pianura Padana specie centro orientale. Tuttavia tra tarda sera e notte è atteso un impulso instabile più marcato in ingresso da oltralpe con rovesci e temporali sparsi in maggiore estensione sui settori di Nordovest. Data la presenza di aria molto calda accumulata in questi giorni, saranno possibili manifestazioni temporalesche talora violente, associate a nubifragi, improvvisi colpi di vento e/o grandine anche di grosse dimensioni, prestare attenzione!

Meteo Italia: le aree con maggior possibilità di temporali tra la prossima serata e nottata
Meteo Italia: le aree con maggior possibilità di temporali tra la prossima serata e nottata

SI SMORZA IL CALDO MA SOLO  PARZIALMENTE - Le temperature saranno in lieve calo rispetto ai giorni scorsi, specie al Centronord, ma il clima si manterrà comunque molto caldo con punte di 34-36°C, anche superiori al Sud e sulle Isole Maggiori. 


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati