21 giugno 2018
ore 18:00
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 55 secondi
 Per tutti

AGGIORNAMENTO ORE 17

Intensa attività temporalesca nel pomeriggio sulle zone montuose, non solo peninsulari ma anche delle isole maggiori con sconfinamenti alle coste. Tra tutte è proprio la Sicilia a subire i fenomeni più violenti, con temporali che in pochi minuti hanno accumulato oltre 40mm di pioggia. Forti temporali sull'entroterra palermitano, nel Messinese si segnalano allagamenti per i forti temporali del pomeriggio, in particolare sulla zona dei Monti Peloritani.

Temporali anche sull'entroterra sardo come in praticamente tutta la dorsale appenninica, specie sul settore laziale. In quest'ultimo caso i fenomeni sono sconfinati all'entroterra viterbese quasi lambendo la costa e provocando accumuli pluviometrici fino a 20mm in alcune decine di minuti. Locali sconfinamenti inoltre sulla costa del Golfo di Taranto. Temporali pomeridiani più deboli al Nord e limitati prevalentemente al settore alpino centro-orientale, con qualche focolaio temporalesco anche sulle Alpi Marittime.

AGGIORNAMENTO ORE 8,30

SITUAZIONE. Infiltrazioni di correnti orientali all'interno del campo di alta pressione sono responsabili di alcuni temporali che già a inizio giornata si aggirano lungo il confine tra Toscana e Lazio, interessando Grossetano e Viterbese ed in particolare la fascia costiera. Sul resto d'Italia la giornata inizia invece all'insegna della stabilità atmosferica, pur con alcuni addensamenti che si aggirano tra Puglia e Basilicata e sul nord della Sicilia, anche in questo caso innescati da un flusso di correnti da Nordest che si infiltrano nella zona di alta pressione presente su gran parte dell'Europa centro-meridionale.

PROSSIME ORE. Se le celle temporalesche in atto all'alba sul medio Tirreno non avranno lunga vita e si dissolveranno già in mattinata, dal pomeriggio si assisterà inevitabilmente alla formazione di nuovi ammassi temporaleschi che si organizzeranno in prossimità dell'arco alpino e che si concentreranno soprattutto su quello centro-orientale, sconfinando localmente alla pedemontana lombardo-veneta. Altri fenomeni temporaleschi si formeranno in giornata lungo la dorsale appenninica centro-meridionale, soprattutto su Umbria, Abruzzo e Calabria, ma anche in Puglia tra Murge e Salento, con locali sconfinamenti alle coste.

Interessate dai temporali pomeridiani anche le zone interne delle isole maggiori, specie quelle della Sicilia. Ma per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia.

Per le precipitazioni previste clicca qui

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati