7 agosto 2022
ore 23:47
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
4 minuti, 7 secondi
 Per tutti
Cronaca meteo Italia
Cronaca meteo Italia

AGGIORNAMENTO ORE 17. OVEST ALPI E ZONE INTERNE DI TOSCANA E LAZIO LE AREE PIU' INSTABILI. I temporali più insistenti nel corso del pomeriggio si sono concentrati anche sulle Alpi occidentali, coinvolgendo gli assetati Piemonte e Valle d'Aosta. Si registrano accumuli pluviometrici di oltre 35mm in poche ore sulle Alpi Marittime, fino a 30mm sulle valli torinesi, con i fenomeni che si spingono fino alle porte di Torino e Cuneo. Altri temporali piuttosto rilevanti interessano le zone interne di Toscana e Lazio, anche accompagnati da grandine.

AGGIORNAMENTO ORE 16. FORTI TEMPORALI TRA UMBRIA E MARCHE. Continua l'instabilità pomeridiana sulle zone interne del Centro Italia, sotto forma di temporali localmente anche violenti. E' il caso dell'Ascolano e bassa Umbria, dove sono in corso anche alcune grandinate.

AGGIORNAMENTO ORE 15. TEMPORALI IN FORMAZIONE SULLE ALPI OCCIDENTALI. Con le ore pomeridiane stanno prendendo forma episodi di instabilità anche su parte delle zone alpine occidentali. Rovesci sparsi e qualche temporale interessano infatti le Alpi piemontesi e parte della Valle d'Aosta, alcuni anche intensi sull'alta Val Susa e sulle Alpi Liguri.

FOCOLAI TEMPORALESCHI SU ALCUNE ZONE INTERNE DEL CENTRO-SUD. L'instabilità diurna non sta risparmiando il centro-Sud, almeno su tratti delle zone interne. Alcuni temporali sono in corso sulle zone interne della Toscana, in Umbria, sull'entroterra laziale, campano, calabro-lucano, ma anche sul Gargano, sulla Sicilia centro-orientale e sulla Sardegna orientale. Intenso il temporale sviluppatosi in toscana sul Grossetano interno, dove gli accumuli pluviometrici hanno raggiunto i 40mm in poche ore.

AGGIORNAMENTO ORE 11,55. INSISTONO I TEMPORALI IN EMILIA E VENETO. La linea temporalesca che nella notte ha coinvolto la pianura centro-occidentale del nord Italia si sta lentamente spostando verso est, focalizzandosi tra Emilia e Veneto. Rovesci e temporali si concentrano in particolare tra Ferrarese e Rodigino, anche se lungo il corso del Po che divide Emilia da Lombardia sono ancora in atto piogge sparse. Si segnala inoltre una cella temporalesca in pieno Appennino sul settore reggiano. Quanto agli accumuli pluviometrici si segnalano punte di 35mm nel basso Modenese verso il confine con il Mantovano.

AGGIORNAMENTO ORE 8,30. Il fronte che nella giornata di ieri, sabato, ha raggiunto il Nord Italia ha innescato marcata instabilità su parte della Val Padana con rovesci e temporali anche violenti e accompagnati da grandine. Ad alimentare i fenomeni è il contrasto tra l'aria relativamente più fresca che affluisce dalle latitudini settentrionali e quella preesistente, surriscaldata dalle ripetute fiammate nord africane.

TRA PIEMONTE E LIGURIA I TEMPORALI NOTTURNI PIU' INTENSI. Nel corso della notte il Piemonte è stato bersagliato da fenomeni anche di forte intensità che si sono concentrati tra Torinese orientale, Astigiano e Alessandrino. Gli accumuli pluviometrici hanno raggiunto i 50mm sul Chivassese, dove si sono avuti temporali anche grandinigeni accompagnati da raffiche di vento e danni al tetto di una struttura. Per il resto si segnalano accumuli intorno a 35mm sull'Astigiano e 25mm sull'Alessandrino, ma il fronte temporalesco ha valicato l'Appennino nella notte e si è riversato con violenza in Liguria all'altezza di Genova. Sulle aree dell'entroterra gli accumuli pluviometrici hanno superato gli 80mm, ma i temporali hanno raggiunto anche la costa del capoluogo ligure.


TEMPORALI ALL'ALBA TRA ENTROTERRA SPEZZINO ED OVEST EMILIA. Lo stesso nucleo temporalesco si è successivamente portato verso le zone interne del Levante ligure raggiungendo l'Emilia, dove la giornata comincia all'insegna di una marcata instabilità con rovesci e temporali che dal Piacentino si estendono fino al Modenese, impegnando sia le alture appenniniche che le zone di pianura e sconfinando al Mantovano. Si segnalano accumuli pluviometrici fino a 40mm in Val Trebbia.

METEO PROSSIME ORE. Temporali insisteranno in mattinata sulla Val Padana centrale, più intensi in Emilia, mentre si indeboliranno sul resto del Nord. Ampie schiarite già da inizio giornata sulle Alpi occidentali e sulla costa ligure, ma nel pomeriggio instabilità in decisa intensificazione sulle zone di montagna con formazione di rovesci e temporali che si concentreranno soprattutto su Alpi piemontesi occidentali, Retiche e alto atesine, in sconfinamento la sera a buona parte della Val Padana con fenomeni localmente violenti e accompagnati da grandine, raffiche di vento e nubifragi, specie tra Piemonte orientale, Lombardia ed ovest Emilia. Sul resto d'Italia inizio giornata in prevalenza soleggiato, ma nel pomeriggio qualche rovescio o temporale si formerà sulle zone interne toscane, laziali, Umbria, entroterra abruzzese, campano e lucano. Focolai temporaleschi inoltre delle isole maggiori, anche se in serata si assisterà ad una generale attenuazione dell'instabilità. Temperature in calo al Nord, ancora molto caldo al Centro-Sud. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia. Per l'evoluzione per la prossima settimana clicca qui.


Seguici su Google News


Articoli correlati