19 aprile 2021
ore 13:22
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 11 secondi
 Per tutti
Il super tifone Surigae visto dal satellite (Fonte: CNN)
Il super tifone Surigae visto dal satellite (Fonte: CNN)

Ha raggiunto in queste ore il suo punto di maggior vicinanza all'Arcipelago delle Filippine il super tifone Surigae, a soli 250km dalla costa orientale della regione del Bicol. E' un tifone di equivalente categoria 4 ma in precedenza aveva raggiunto anche la categoria 5 domenica, rappresentando così il tifone più forte di sempre per il mese di aprile. Fortunatamente non è previsto un suo impatto diretto con la terraferma, ma i suoi effetti si avvertono comunque con venti che sfiorano i 200km/h e che stanno provocando violente mareggiate.

Intorno al suo centro però i venti sono ancora più intensi, anche se non raggiungono le zone abitate, e toccano i 230km/h sollevando onde alte fino a 16 metri. Tra Bicol e il Visayas orientale sono state evacuate ben 68490 persone, ovvero 18467 famiglie, per il rischio di inondazioni. Nelle ultime 48 ore le forti piogge hanno già accumulato fino a 150mm di acqua e nei prossimi giorni altri rovesci si scaricheranno sulle aree centro-settentrionali delle Filippine.

Surigae si sposta verso nord-nordovest parallelamente alla costa filippina (senza mai toccarla) alla velocità di 7km/h e sarà una minaccia per la settentrionale isola di Luzon fino a mercoledì, quando invertirà la rotta e piegherà verso nordest, allontanandosi così dalla terraferma e perdendo potenza fino a raggiungere l'equivalente di categoria 2 da giovedì.

La rotta prevista del tifone Surigae
La rotta prevista del tifone Surigae

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati