23 aprile 2021
ore 10:51
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 50 secondi
 Per tutti
Colpo di coda dell'inverno su parte degli USA (Immagine di archivio)
Colpo di coda dell'inverno su parte degli USA (Immagine di archivio)

Intorno alla metà della settimana in molti stati settentrionali degli USA si è assistito ad un vero e proprio colpo di coda dell'inverno, non certo l'unico in questa stagione ma sicuramente il più tardivo. Ed anche piuttosto intenso. Dalle fredde terre canadesi una massa d'aria si inoltrata verso sud varcando il confine e riversandosi prima sul Midwest, poi sul North East, dove sono ancora in corso gli ultimi effetti. Il calo delle temperature provocato dalle correnti canadesi è stato talmente sensibile da far precipitare la colonnina intorno allo zero sul diverse zone di pianura, dal Wisconsin e la zona dei Grandi Laghi fino agli stati settentrionali affacciati alla East Coast.

Ne sono conseguiti rovesci che in molti casi hanno assunto carattere nevoso fino a quote di pianura. Si è trattato spesso di neve umida e pesante ma che è riuscita comunque a creare accumuli di alcuni centimetri, insidiosissimi per la circolazione stradale. Mercoledì a Slinger, nel Wisconsin, la neve ha provocato uno spaventoso incidente stradale che ha coinvolto una cinquantina di veicoli tra cui diversi tir sulla Interstate 41, provocando una vittima. Nel corso della stessa giornata altri venti incidenti sono stati segnalati per il maltempo nello stesso stato.

Il maltempo invernale si è poi spostato verso gli stati nordorientali dando luogo a nevicate sullo stato di New York tra mercoledì e giovedì, con accumuli record per il mese di aprile a Buffalo, nello stato di New York affacciato al Lago Eire. Qui sono stati misurati ben 8cm di neve, contro il precedente record di aprile del 1934 con 3cm.

Ora il maltempo è cessato in tutto il nord degli USA ma il North East rimane alle prese con l'aria fredda canadese che continua ad affluire al seguito del fronte invernale e che coinvolge tutti gli stati della East Coast dal più settentrionale, il Maine, fino a Virginia e Carolinas, seppur in forma più attenuata. Forti venti venti nordoccidentali spazzano queste zone, con temperature di soli 5°C a New York, addirittura sotto zero Augusta, la capitale del Maine.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati