30 settembre 2022
ore 15:13
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
5 minuti, 8 secondi
 Per tutti
Uragano Ian, landfall in Florida
Uragano Ian, landfall in Florida

AGGIORNAMENTO VENERDI'. NETTO PEGGIORAMENTO DELLE CONDIZIONI METEO IN CAROLINA. Man mano che il centro dell'uragano Ian si avvicina alla East Coast le condizioni subiscono un progressivo e sensibile peggioramento. E' quanto sta avvenendo in Georgia ma soprattutto nel South Carolina, dove i venti sono in intensificazioni e con essi anche le piogge. Ian si trova a meno di 200km dalla costa al confine tra Georgia e South Carolina e si sposta verso nord alla velocità di 15km/h. E' un uragano di categoria 1 con venti che soffiano fino a 130km/h intorno al suo centro, mentre sui settori interessati della East Coast meridionale risultano per ora più attenuati.

ALMENO 17 VITTIME IN FLORIDA DOPO IL PASSAGGIO DI IAN. Sarebbero almeno 17 le vittime causate dal passaggio dell'uragano Ian che ha causato devastazione in Florida. Lo hanno riferito le autorità locali, mentre la Cnn spiega che oltre 2,5 milioni di persone sono senza elettricità. Un blackout completo si registra nella contea di Hardee, nel sud-ovest dello Stato, quella più colpita. Il Governatore della Florida afferma però che centinaia di persone sono state salvate, circa 700, e il numero è destinato a salire con il passare delle ore. Intanto oltre 2 milioni di persone rimangono senza elettricità, concentrati soprattutto nell'area sudoccidentale dello stato, dove l'uragano Ian ha colpito più severamente.

IAN PUNTA IL SOUTH CAROLINA. Ora Ian ha abbandonato la Florida e si è portato in aperto atlantico dirigendosi verso il South Carolina, dove effettuerà un nuovo landfall nella giornata di sabato come uragano di categoria 1. Dovrebbe impattare sulla costa poco a nord della città di Charleston, con venti intorno a 140km/h e un nuovo carico di piogge torrenziali che nelle ore successive si propagheranno velocemente verso le zone interne. Nella giornata di domenica dovrebbe cominciare a dissiparsi nel territorio della West Virginia.

AGGIORNAMENTO GIOVEDI'. IAN DEVASTA LA FLORIDA, VENTI DISTRUTTIVI E INTERE CITTA' SOTT'ACQUA - A soli quattro anni da Michael (Cat 5) che seminò morte e distruzione nell'ottobre del 2014 un altro uragano Major colpisce la Florida. Ian ha toccato terra alle ore 19:05 italiane di mercoledì 28 settembre come categoria 4 e venti fino a 240km/h distruggendo tutto quello che ha incontrato. L'abbattimento dei tralicci dell'alta tensione ha immediatamente creato un gigantesco blackout con quasi tre milioni di persone che sono rimaste senza corrente, poi Alberi, tetti e infrastrutture anche pesanti assieme alla pioggia alluvionale e alle mareggiate che hanno invaso le città costiere. Sott'acqua anche Naples, la Napoli della Florida. Una devastazione che può essere commentata solo attraverso video e foto.


L'uragano Ian ha toccato terra in Florida con raffiche di vento che hanno raggiunto i 240km/h a Cayo Costa, località situata su una striscia di isole affacciata alla costa sudoccidentale della Florida. Rapidamente si è diretto verso la città di Fort Myers, poche decine di chilometri più ad ovest, dove l'impatto è stato devastante. Le strade erano deserte e fortunatamente non si hanno al momento notizie di feriti o vittime, ma i danni che il passaggio dell'uragano ha provocato sono per ora incalcolabili.



PESANTI INONDAZIONI, ISOLA DI SANIBEL ISOLATA. Ian ha agito nelle ultime ore su quasi tutta la Florida portando piogge torrenziali, mentre l'intensità del vento è stata tale da provocare inondazioni pesantissime. Nelle zone prossime al passaggio dell'occhio dell'uragano il mare si è spinto verso l'entroterra facendo salire il livello dell'acqua anche di alcuni metri, invadendo i primi piani di molte abitazioni e trascinando oggetti anche di grandi dimensioni come automobili. A Orlando gli accumuli pluviometrici hanno raggiunto i 1000mm. L'isola di Sanibel, a ovest di Fort Myers, è rimasta isolata a causa del crollo dell'unico ponte che la collega con la terraferma.



2 MILIONI DI PERSONE SENZA ELETTRICITA'. La furia del vento ha divelto molti pali della luce e al momento in Florida circa 2 milioni di persone sono rimaste senza elettricità. Nella Contee di Charlotte le operazioni di soccorso sono state sospese poche ore prima dell'impatto dell'uragano sulla costa, a causa dell'estrema pericolosità che avrebbero comportato. Tutte le persone che non sono state evacuate devono rimanere in casa al riparo. Tutti i voli da e per l'aeroporto internazionale di Jacksonville sono stati cancellati e i terminal rimarranno chiusi fino a cessato allarme, presumibilmente venerdì.


CASERMA DEI VIGILI DEL FUOCO INVASA DALL'ACQUA. A Naples, poco a sud della zona in cui è avvenuto il landfall, una caserma dei vigili del fuoco è stata completamente allagata e i vigili del fuoco si sono precipitati per cercare di mettere in salvo le loro attrezzature, mentre centinaia di persone chiamavano il centralino per richiedere soccorso a causa del livello dell'acqua, che li ha costretti a rifugiarsi ai piani alti delle loro abitazioni. Intanto la città sembrava un oceano, secondo quanto raccontato da un giornalista locale.



SQUALI IN CITTA'. A Fort Myers, uno o più squali sono stati avvistati e fotografati mentre nuotavano in alcune strade della città, completamente invase dall'acqua del mare che si è riversata verso l'entroterra dalla furia del vento.


NUOVO LANDFALL SABATO IN SOUTH CAROLINA. Ora il centro di Ian si trova nel cuore della Florida e sta attraversando lo stato sulla terraferma, circa 80km ad est di Tampa e 50km a sud di Orlando. Si è depotenziato ed è stato declassato a uragano di categoria 1, avendo perso l'alimentazione delle calde acque del Golfo. Si sta spostando verso nord-nordest alla velocità di 15km/h con raffiche di vento fino a 140km/h ed entro la fine della giornata si butterà sull'Atlantico piegando verso nord-nordovest, per dirigersi verso la East Coast meridionale. Sabato è atteso un suo nuovo landfall nei pressi di Charleston, nel South Carolina. Resta da valutare se riuscirà ad intensificarsi nuovamente scorrendo sull'Oceano o se manterrà invariata la sua potenza.

La rotta prevista dell'uragano Ian
La rotta prevista dell'uragano Ian

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati