Redazione 3BMeteo
3 aprile 2019
ore 12:08
Redazione 3BMeteo
tempo di lettura
2 minuti, 20 secondi
 Per tutti

Come annunciato oramai da giorni, l'ingresso del fronte freddo dal Nord Europa è stato caratterizzato da forti venti che tra la sera e la notte di ieri hanno purtroppo provocato diversi danni in molte regioni del Nord Italia. Su Piemonte e Lombardia a farla da padrone sono state le fortissime raffiche di Fohn, che oltre a sradicare alberi e provocare danni a diverse strutture, hanno anche alimentati numerosi incendi che hanno tenuto impegnati diverse squadre dei Vigili del Fuoco per tutta la notte.




LOMBARDIA: I DANNI MAGGIORI NEL VARESOTTO - A partire dal tardo pomeriggio intense raffiche di Fohn hanno colpito duramente molte aree della Lombardia; molte le chiamate ai Vigili del Fuoco a causa della caduta di alberi sulle strade, tetti scoperchiati e cartelli pubblicitari divelti.
Tra le aree più colpite il Varesotto, il Comasco ed il Lecchese,il Milanese e la Brianza. Situazione particolarmente critica nella provincia di Varese, dove le raffiche che hanno toccato i 100 km/h hanno provocato la caduta di diversi pali della linea elettrica: migliaia le utenze rimaste senza corrente. 
Sempre a causa del vento, una parte del tetto sopra il reparto di medicina dell'ospedale di Cittiglio è stata scoperchiato: tempestivo anche qui l'intervento delle squadre di soccorso che hanno provveduto a mettere in sicurezza l'area.
Almeno due gli incendi che sono stati segnalati: il primo si è registrato a Venegano Superiore, in località Pianbosco, causato dalla caduta di un albero sui pali dell'elettricità, è stato domato in tarda serata; il secondo rogo è scoppiato nei boschi di Abbiate Guazzone e, alimentato dal forte vento, ha minacciato numerose abitazioni nelle zone limitrofe.

PIEMONTE: CANAVESE IN GINOCCHIO - Dalla tarda serata forti criticità si sono segnalate su tutta l'area del Canavese. Nella zona, già interessata nei giorni scorsi da diversi roghi, numerosi incendi boschivi hanno colpito i territori dei comuni di Nole, San Carlo Canavese e l'area di Belmonte compresa tra Valperga e Pertusio. I roghi, alimentati da raffiche di vento ad oltre 60 km/h, hanno messo a dura prova il lavoro dei Vigili del Fuoco.


LIGURIA, VASTO INCENDIO A COGOLETO - A partire dalle 23 di ieri sera uno spaventoso incendio boschivo, alimentato anche in questo caso da forti raffiche di vento, si è sviluppato a Cogoleto, nel ponente genovese. Molti abitanti sono stati evacuati in via precauzionale, così come si è resa necessaria la chiusura di un tratto autostradale della A10 Genova-Savona, tra i caselli di Arenzano e Varazze. Da questa mattina sono in azione i canadair. Il sindaco di Cogoleto ha ordinato per la giornata odierna la chiusura di tutte le scuole.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati