9 dicembre 2020
ore 23:52
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
4 minuti, 28 secondi
 Per tutti
Cronaca meteo, ancora maltempo sull'Italia
Cronaca meteo, ancora maltempo sull'Italia

SITUAZIONE. La porta atlantica rimane spalancata e le perturbazioni riescono così ad inoltrarsi fin sul Mediterraneo centrale e l'Italia, sfruttando un vortice di bassa pressione che si posiziona in queste ore proprio sulle nostre regioni centro-settentrionali. Intorno ad esso ruota un fronte che con il suo ramo settentrionale mantiene condizioni di maltempo al Nord, con piogge e nevicate a bassa quota. Lo stesso fronte si arcua poi verso i Balcani, ma con il suo ramo meridionale piega verso il Sud Italia coinvolgendolo con piogge e rovesci che si concentrano soprattutto sul versante tirrenico.

APPENNINO ROMAGNOLO, 20CM DE NEVE FRESCA - E' di 20cm circa l'accumulo di neve fresca caduto nelle ultime ore sull'Appennino Romagnolo a 1400m a Campigna, nella zona del Monte Falco. Gli accumuli pluviometrici delle ultime 24 ore sfiorano i 20mm in alcune zone al confine con la Toscana e il limite neve è oscillato intorno a quota 900m.

TIRRENO BERSAGLIATO DAI ROVESCI, ALLAGAMENTI - Il flusso di correnti occidentali umide ed instabili che attraversa l'Italia scarica rovesci piuttosto diffusi sulle regioni tirreniche, dalla toscana alla Calabria, compresa la Sicilia. i fenomeni più intensi interessano Campania e Calabria, con accumuli pluviometrici sui 30/35m sul Salernitano dove si registrano alcuni allagamenti, fino a 50mm al confine calabro-lucano sul Pollino. Poco più a sud si segnala un temporale con neve sul Monte Scuro, nella Sila. Rovesci infine sulla Sicilia con accumulo pluviometrico fino a 50mm sul Palermitano. Probabile tornado nel Lazio, zona di Latina.

RIAPERTO IL PASSO STAULANZA - Dopo qualche ora di lavoro per sgomberare la strada è stato riaperto il Passo Staulanza in Val di Zoldo intorno alle 11,30 di questa mattina. Il Passo era stato chiuso in seguito alla caduta di una slavina che aveva di fatto isolato l'intera valle, essendo rimasta l'unica via di comunicazione disponibile.

SLAVINA IN VAL DI ZOLDO - A causa delle abbondantissime nevicate degli ultimi giorni una slavina è caduta questa mattina al Passo Staulanza, isolando la Val di Zoldo nel Bellunese. Si trattava dell'ultima via di accesso disponibile. Il direttore generale della società stradale Silvano Vernizzi ha riferito che: 'Stiamo lavorando alacremente per togliere i cumuli di neve e contiamo di riaprire il Passo in piena sicurezza entro le 13 di oggi'.

NEVICATE IN INTENSIFICAZIONE SULL'APPENNINO EMILIANO - Si sono intensificate nel corso della mattinata le precipitazioni sul settore emiliano, con i fenomeni che sull'Appennino assumono carattere nevoso dai 500m della fascia occidentale ai 900m di quella romagnola. Nevicate intense stanno interessando soprattutto il settore parmense, con circa 30/40cm di spessore totale alla quota di 1000m.

NEVE A BASSA QUOTA AL NORD - All'alba di oggi, mercoledì, i fiocchi hanno fatto la loro comparsa sul fondovalle dell'Alto Adige, con la colonnina di mercurio che segna +1°C a Bolzano. Il limite neve oscilla mediamente intorno ai 400/600m sulle Alpi e in quota gli accumuli di neve sono eccezionali sulle Alpi centro-orientali, anche se nelle ultime ore l'intensità delle nevicate si è attenuata.

ROVESCI ESTESI IN VAL PADANA - Tutta la Val Padana si sveglia sotto piogge e rovesci estesi e talora intensi dal Friuli alla Lombardia, coinvolgendo anche il Piemonte, specie orientale, e la Liguria dal Genovese allo Spezzino. Dalla mezzanotte gli accumuli pluviometrici oscillano intorno ai 20/25mm su molte aree, con punte di 35mm nel Friuli in provincia di Udine.

ACQUA ALTA A VENEZIA - Sulla Laguna Veneta lo Scirocco continua a mantenere elevato il livello della marea, diretto verso i 125cm, dopo il pico di 138cm raggiunto ieri pomeriggio alle 16,25 a Punta della Salute. Anche nei prossimi giorni proseguirà il fenomeno dell'acqua alta, prevista spesso intorno a 135/140cm almeno fino a venerdì.

TREGUA MALTEMPO AL CENTRO - Insiste qualche pioggia sparsa sul versante tirrenico, ma i fenomeni si sono notevolmente attenuati rispetto alle 24 ore precedenti che ha innalzato notevolmente la portata di molti corsi d'acqua tra Lazio e Campania, soprattutto Liri, Sele, Garigliano, Volturno e Tevere.

MALTEMPO AL SUD - Il ramo meridionale del fronte interessa Sicilia e regioni meridionali tirreniche con piogge, rovesci e qualche temporale ed accumuli pluviometrici che superano i 30mm dalla mezzanotte sul Pollino.

METEO PROSSIME ORE. Schiarite attese al Nordovest in giornata mentre sul resto del Settentrione proseguirà il maltempo con piogge e rovesci più frequenti su Lombardia, Triveneto ed ovest Emilia con neve sulle Alpi dai 400/600m, 600/800m sull'Appennino Emiliano. Maltempo sulle regioni centrali tirreniche con piogge e rovesci che in serata raggiungeranno le Marche; neve sull'Appennino Laziale-Abruzzese dai 1200m. Instabile anche in Sardegna con rovesci più frequenti sul versante occidentale, in temporanea attenuazione in giornata. Instabilità diffusa al Sud con rovesci e temporali su Sicilia e aree tirreniche, più asciutto invece sulle zone ioniche e adriatiche pur con qualche piovasco sul Salento. Venti forti tra nordovest e sudovest, ma da est sull'alto Adriatico con Bora sul Triestino. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia. Per le previsioni fino al weekend clicca qui.

Meteo Italia prossime ore
Meteo Italia prossime ore
Acqua alta a Venezia (Foto di Venezia Today)
Acqua alta a Venezia (Foto di Venezia Today)

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati