11 dicembre 2021
ore 23:56
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
6 minuti, 13 secondi
 Per tutti
Cronaca meteo Italia
Cronaca meteo Italia

ABRUZZO, SI INTENSIFICA IL MALTEMPO. Dopo le Marche tocca anche all'Abruzzo subire l'intensificazione delle piogge nel corso del pomeriggio di sabato. Sul Teramano si segnalano forti rovesci con accumuli pluviometrici che raggiungono già i 65mm. Rovesci più deboli e sparsi si sono spinti fino ad Abruzzo meridionale, Molise e alta Puglia, mentre in Appennino nevica dai 700m circa.

MALTEMPO MARCHE, OLTRE 100MM DI PIOGGIA. Non accennano a diminuire di intensità nel corso del pomeriggio le piogge sulle Marche che stanno colpendo più direttamente l'Anconetano. I pluviometri su alcune zone segnano accumuli pluviometrici di oltre 100mm dalla mezzanotte e i fiumi sono in piena, primi fra tutti il Misa e l'Esino.


FORTI NEVICATE SULL'APPENNINO UMBRO-MARCHIGIANO E SIBILLINI. Mentre a bassa quota piove abbondantemente sui rilievi umbro-marchigiani nevica copiosamente, anche sulle zone devastate dal violento sisma del 2016. Quota neve intorno a 40/500m sulle Marche che sale a 600/800m al confine tra Umbria, Ascolano e Abruzzo. Si segnalano inoltre alcuni disagi nella circolazione stradale sulle strade di montagna, soprattutto sulla Strada Provinciale 477 che risulta al momento bloccata per neve.


MARCHE, CONTINUA A PIOVERE INCESSANTEMENTE, FIUMI IN PIENA. Non dà tregua l'ondata di maltempo che sta colpendo le Marche ma che dal tardo mattino si è estesa fino all'Abruzzo settentrionale. Proseguono piogge e rovesci intensi che gonfiano i corsi d'acqua, impossibilitati a scaricare in mare dalle correnti impetuose che soffiano da nordest e che spingono il mare verso le foci. Dopo il Misa ora è anche il fiume Esino a monte di Jesi a far paura. E' stato chiuso un tratto della Strada Statale 76 della Val d'Esino a causa dell'esondazione a Cupramontana. 

SICILIA, CROLLA UN PONTE NEL TRAPANESE, TRAGEDIA SFIORATA. A causa del maltempo che sta investendo anche la Sicilia è crollato il ponte San Bartolomeo tra Alcamo Marina e Castellammare del Golfo, nel Trapanese. Non si registrano feriti né vittime, ma un'auto che stava sopraggiungendo è riuscita a fermarsi in tempo. I due comuni ora sono isolati.

MALTEMPO MARCHE, RISCHIO ESONDAZIONI, EVACUAZIONI IN CORSO. E' a rischio esondazione il Misa a Betolelle in seguito alle forti piogge che si stanno concentrano soprattutto sull'Anconetano, dove gli accumuli pluviometrici raggiungono gli 80mm. In mattinata il fiume ha superato la soglia di allarme ed alcune persone che abitano nell'area a maggior rischio sono state evacuate. E' stata disposta inoltre la chiusura di un supermarket e delle attività di un centro commerciale nelle vicinanze. Le autorità avvertono i residenti e i passanti di tenersi lontani dagli argini del fiume.

ALLAGAMENTI NELLE MARCHE. Il maltempo delle ultime ore sta colpendo duro sul territorio marchigiano, con piogge abbondanti e copiose nevicate in Appennino già a partire da quote collinari. A bassa quota le forti piogge hanno provocato allagamenti nella provincia di Ancona. Allagati sottopassi e strade soprattutto tra Senigallia e Jesi, con alcune scuole che sono rimaste chiuse. Gli accumuli pluviometrici superano già i 75mm nell'Anconetano.

SITUAZIONE. Alimentato da una discesa di correnti di origine artica un profondo vortice di bassa pressione si è formato sull'Italia, con valori barici inferiori a 995hPa. Intorno ad esso ruota un'energica perturbazione che sta colpendo buona parte delle regioni centro-meridionali con fenomeni di maltempo anche intenso e venti molto sostenuti. Le basse temperature provocate dall'afflusso delle correnti di matrice artica permettono inoltre alla neve di cadere fino a quote basse sull'Appennino.

FORTE MALTEMPO SULLE MARCHE E NEVE ABBONDANTE. Tra le regioni fino ad ora più colpite dall'ondata di maltempo troviamo le Marche, poco a nord del vortice ed esposta a forti ed instabili correnti nordorientali. Le piogge insistono da molte ore sulla costa e sulle adiacenti pianure, in particolare sull'Anconetano, dove si registrano accumuli pluviometrici anche di 60mm ed oltre. Sulle valli nevica già a partire dai 400/500m di quota ed anche abbondantemente, con accumuli di neve fresca che spesso superano agevolmente i 30cm oltre i 1000m. I fenomeni si spingono verso nord fino al confine con l'Appennino Romagnolo, dove risultano al momento più attenuati ma sono stati recentemente abbondanti.

ROVESCI E TEMPORALI SUL BASSO TIRRENO. Il settore tirrenico meridionale si trova a sud del vortice depressionario ed innesca un'intensa ventilazione occidentale che spinge il ramo meridionale della perturbazione verso Campania, Calabria e Sicilia, con sconfinamenti a Puglia settentrionale e Basilicata. Sono in corso rovesci anche temporaleschi con accumuli pluviometrici che superano i 30mm dalla mezzanotte sulla zona del Pollino.

NEVE SU APPENNINO MERIDIONALE E RILIEVI DELLA SICILIA. L'aria fredda si fa sentire anche sul Sud Italia, tanto che sull'Appennino meridionale la quota neve oscilla intorno agli 800/1000m, così come in Sicilia. Nella notte è stato imbiancato il Potentino dagli 800m di quota, mentre sulla Sila la giornata comincia sotto un temporale di neve con fiocchi dai 900/1000m. Abbondanti nevicate interessano da questa notte la Sicilia oltre i 1000m, imbiancando le località intorno all'Etna e creando disagi nella circolazione sulle strade di montagna..

Nei seguenti video la situazione neve sull'Etna:

GELATE NOTTURNE AL NORD. Il tempo si è fatto più stabile al Nord, ma le schiarite notturne hanno provocato una forte dispersione del calore verso lo spazio facendo abbassare notevolmente le temperature minime, soprattutto sulle pianure del Nordovest. Si segnalano punte di -6°C nell'Astigiano, -5°C nel Torinese, -2°C nel centro del capoluogo piemontese così come a Piacenza. Fino a -8°C a Bolzano.

RAFFICHE DI VENTO OLTRE 100KM/H. Il profondo minimo di pressione sta innescando venti molto forti, con Grecale a oltre 100km/h sulle valli marchigiane, Maestrale a 100km/h in Sardegna, raffiche di 120km/h in Sicilia sul Trapanese.

Nel seguente video la situazione a Gioiosa Marea:

Nei seguenti video la situazione a Palinuro:

METEO PROSSIME ORE. Bel tempo al Nord e in Toscana, dal pomeriggio anche in Sardegna. Faranno eccezione addensamenti residui sui confini alpini svizzeri e austriaci e sulla Romagna, dove si esauriranno rapidamente le ultime piogge o nevicate sull'Appennino dai 200/500m, con tendenza a rasserenamento entro sera. Altrove tempo ancora molto instabile con piogge e rovesci anche intensi tra Marche e Abruzzo sul versante adriatico, tra bassa Campania, Calabria tirrenica e nord Sicilia su quello tirrenico, dove saranno possibili temporali anche forti e locali grandinate. Tra pomeriggio e sera si esauriscono le piogge prima sul Lazio, poi in Campania, con schiarite in arrivo. Insiste fino a sera il maltempo sul settore adriatico centro-meridionale e su quello del basso Tirreno con rovesci anche forti tra Abruzzo e alta Puglia e tra bassa Calabria tirrenica e nord Sicilia, a tratti temporaleschi. Limite neve sui 400/700m sull'Appennino centro-settentrionale, a tratti più in basso al mattino sulle valli marchigiane, 800/1000m su Appennino meridionale e rilievi della Sicilia. Venti forti a rotazione ciclonica con mari agitati e mareggiate sulle coste esposte. Temperature in calo al Centro-Sud, in aumento al Nord. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia. Per la previsione per domenica clicca qui.

Meteo Italia sabato
Meteo Italia sabato

Seguici su Google News


Articoli correlati

3BMeteo si veste di rosa

×