25 marzo 2020
ore 20:00
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
7 minuti, 36 secondi
 Per tutti
Cronaca Meteo Italia
Cronaca Meteo Italia

AGGIORNAMENTO ORE 20:01 - Si fanno sentire gli effetti della profonda circolazione depressionaria in risalita dal Nord Africa. Area ciclonica che richiama correnti molto umide e miti sud-orientali che tendono a entrare in contrasto con l’aria più fredda preesistente. Nel corso della giornata una diffusa copertura nuvolosa ha interessato il versante Adriatico dalla Romagna fino alla Puglia nonché tutto il resto del Sud Italia. Segnalate nevicate fino a quote di bassa collina su Marche, Abruzzo, Molise, Basilicata e Calabria. Ancora neve quindi su diverse località del meridione in particolare a Campobasso, Potenza e Cosenza. Rovesci in atto sulla Campania, Insiste il maltempo specie sulla Sicilia, ancora interessata soprattutto sui versanti orientali da temporali e nubifragi persistenti con accumuli pluviometrici che da inizio giornata hanno anche superato i 200 mm.

AGGIORNAMENTO ORE 18.30 - FORTE MALTEMPO IN SICILIA - Il maltempo non ha dato tregua alla Sicilia, ancora nella morsa della profonda circolazione depressionaria attiva al Sud. Piogge e temporali, localmente anche di forte intensità, hanno colpito a più riprese il comparto centro-orientale dell'Isola, in primis ragusano, siracusano, catanese e area dello Stretto. 

Davvero importanti gli accumuli registrati da inizio giornata: punte sino a 195 mm vengono segnalate sul versante orientale dell'Etna (Linguaglossa), 150 mm a Modica, 125 mm tra Siracusa e Augusta, 113 mm a Catania, 90 mm a Riposto. Piogge battenti hanno investito anche trapanese e palermitano con punte sino a 95 mm sui rilievi dietro Palermo, 80 mm a Capaci, 70 mm a Termini Imerese. Vengono segnalati disagi alla circolazione, specie sull'autostrada Siracusa-Catania, all'altezza dello svincolo di Priolo. Allarme per rischio esondazione di fiumi in particolare sul ponte di Capo Corso, nella zona di Laganelli, alle foci dei fiumi Anapo e Ciane, ed in contrada Mortellaro. Numerosi già gli interventi dei Vigili del Fuoco di Catania e provincia che hanno soccorso diverse persone in auto ed eseguite operazioni per pali e semafori pericolanti, infiltrazioni d'acqua in abitazioni, garage allagati, caduta intonaci di rivestimento degli edifici.

Anche sul resto del Sud peninsulare le piogge e i rovesci sono proseguiti per tutto il pomeriggio con neve inizialmente sino a 300/400 m nel cosentino, beneventano e avellinese ma con quota neve in graduale rialzo stante l'afflusso di correnti più miti meridionali. La dama bianca ha imbiancato anche Potenza mentre gli accumuli toccano i 30 mm tra Aspromonte e Serre, 15 mm nel Casertano.

AGGIORNAMENTO ORE 17 - PRIMI FIOCCHI AL NORD - L'aria fredda che continua ad affluire dai quadranti orientali sta determinando un aumento della nuvolosità sulle regioni settentrionali, con gli addensamenti che si concentrano soprattutto a ridosso delle Alpi. Deboli nevicate sono in atto su tratti delle Prealpi trentine e venete, di quelle lombarde e sulle Alpi del Piemonte occidentale.

MALTEMPO IN INTENSIFICAZIONE AL SUD - Il fronte in risalita dal basso Mediterraneo sta determinando l'intensificazione del maltempo sulle nostre regioni meridionali, prima di tutto sulla Sicilia ma con fenomeni che coinvolgono anche tutta la Calabria, oltre alla Campania. Fenomeni temporaleschi impegnano il sud dell'isola e il suo versante ionico con accumuli pluviometrici fino a 100mm sul Catanese, anche se con clima più mite rispetto alle regioni insulari.

AGGIORNAMENTO ORE 14 - NEVE SULL'APPENNINO TOSCO-EMILIANO, FINO A 40CM - Continua a nevicare sull'Appennino Tosco-Emiliano fino a bassa quota con i fenomeni che si concentrano soprattutto sul versante settentrionale, direttamente esposto alle correnti fredde ed instabili che soffiano da nordest. A 500m di quota sulla dorsale romagnola si raggiungono già i 30/35cm di neve fresca, che diventano circa 40cm a quote superiori. Limite neve a partire dai 200m. Nevica anche sul versante toscano, seppur con fenomeni meno intensi ma nevosi dai 100/300m, con accumuli di circa 10cm sulle colline a nord di Firenze.

Fiumalbo (MO)
Fiumalbo (MO)

AGGIORNAMENTO ORE 11,30 - NEVE SULL'ETNA, STRADE IMPERCORRIBILI - Il maltempo non risparmia la Sicilia, anche se le temperature non sono basse come sul resto d'italia. Ma ai piedi dell'Etna la pioggia si trasforma in neve e la strada provinciale 92 che sale verso il Rifugio Sapienza non è più percorribile a causa del manto di neve che si è depositato al suolo. Complici le restrizioni agli spostamenti dovute al decreto di emergenza sul Coronavirus, non sono per ora passati mezzi sgombraneve.

AGGIORNAMENTO ORE 11. NEVE A CUNEO - Le fredde correnti orientali che affluiscono sull'Italia risalgono la Pianura Padana da est ad ovest e si addensano sul Piemonte occidentale, generando una nuvolosità piuttosto compatta in grado di dar luogo a nevicate fino in pianura sul Cuneese. Nevica infatti a Cuneo città, seppur con temperatura positiva di 3°C, neve anche sulle Alpi Marittime e sull'entroterra ligure di ponente.

NEVE A COSENZA - Dopo i fiocchi misti a pioggia del primo mattino la precipitazione si è trasformata in neve più asciutta a Cosenza, sul versante tirrenico della Calabria dove la colonnina è scesa fino a 0°C.

AGGIORNAMENTO ORE 9. GELATE DIFFUSE, AMPIAMENTE SOTTO ZERO SULLE ALPI - Ha raggiunto la sua fase culminante l'irruzione invernale di matrice russa sull'Italia e i suoi effetti si traducono in un avvio di giornata dalle temperature molto sotto le medie da nord a sud e nevicate a quote davvero basse per il periodo. Gelate notturne hanno interessato parte della Val Padana con temperature minime scese fino a -2°C in Piemonte nell'Astigiano, -5°C sulla pedemontana varesotta, ma con temperature intorno o poco superiori allo zero su gran parte del Nord Italia, ma gelate che non hanno risparmiato alcune valli della Toscana. Freddo intenso sulle Alpi con valori fino a -10°C a 1500m.

Risveglio bianco a Perugia - Sant'Egidio
Risveglio bianco a Perugia - Sant'Egidio

NEVE SULLE ADRIATICHE - L'irruzione di freddo russo si manifesta sotto forma di tempo instabile su molte zone del versante adriatico, dalla Romagna al Molise con piogge ma anche nevicate a quote molto basse o pianeggianti, a tratti fin su alcune zone costiere come accaduto sulla Romagna. Neve tonda segnalata al primo mattino a Rimini. Nevicate più consistenti sull'Appennino Emiliano orientale e su quello romagnolo, così come su quello marchigiano. Neve fino a quote di pianura su Marche e Abruzzo con fiocchi sconfinati alla Toscana orientale e a parte dell'Umbria.

Castel Focognano (AR):

Marzo vestito di dicembre
Marzo vestito di dicembre

MALTEMPO AL SUD - Le regioni meridionali sono interessate dalla risalita di un nucleo instabile che dal Nord Africa e dal basso Mediterraneo si mischia con l'afflusso freddo nordorientale dando luogo a maltempo sulla Sicilia, dove le temperature risultano però un po' più mitigate ma i fenomeni piuttosto intensi e gli accumuli pluviometrici superano i 40mm dalla mezzanotte. Fenomeni meno intensi ma nevosi a bassa quota invece in Calabria, tanto che ad inizio giornata fiocchi misti a pioggia hanno fatto la loro comparsa a Cosenza. Fiocchi a bassa quota anche in Basilicata, mentre risultano attenuati i fenomeni oggi in Puglia. Nevischio dai 400m tra Padula e Buonabitacolo in Campania nel Salernitano.

Bonefro (CB)
Bonefro (CB)

PROSSIME ORE - Al Nord nubi in aumento in giornata sulle regioni centro-occidentali con comparsa di qualche pioggia e deboli nevicate dai 400/600m, a quote inferiori sull'Appennino Emiliano occidentale. Al Centro maltempo sul versante adriatico con piogge e rovesci in intensificazione soprattutto in serata e con neve in rialzo fino a 200/400m. Meglio sul versante tirrenico con schiarite ad inizio giornata ma con tendenza a qualche pioggia in serata sul basso Lazio. In Sardegna tempo instabile con rovesci intermittenti e spruzzate di neve dai 500/600m. Al Sud piogge e rovesci diffusi in Sicilia, in intensificazione anche in Calabria e in estensione alle restanti regioni seppur in forma più attenuata. Neve in rialzo a 500/800m sulle peninsulari, a quote superiori sulla bassa Calabria e in Sicilia. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia.

Meteo Italia prossime ore
Meteo Italia prossime ore

La situazione a Cingoli (MC):

Sant'Angelo in Pontano (MC)
Sant'Angelo in Pontano (MC)

La situazione ai piedi dell'Etna (video):

La situazione ai piedi dell'Etna (video):

Torri (SI)
Torri (SI)
Torri (SI) - Foto di Giulio Betti
Torri (SI) - Foto di Giulio Betti

Nel seguente video gelate all'alba a Civitella Val di Chiana (AR):

Nel seguente video la neve della notte a Tolentino (MC):

Per conoscere nel dettaglio lo stato dei mari e dei venti clicca qui.

Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.

Precipitazioni previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.

Temperature previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.

Per conoscere in tempo reale dove sta piovendo o nevicando consulta la nostra sezione Radar, con immagini in Real Time delle precipitazioni sia a livello nazionale che regionale.

Per conoscere in tempo reale la situazione del traffico sulle nostre principali strade e autostrade italiane consulta la sezione TRAFFICO.

Guarda i video che hanno postato i nostri utenti nella galleria, clicca qui.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati