30 dicembre 2020
ore 23:55
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
4 minuti, 25 secondi
 Per tutti
Cronaca meteo Italia
Cronaca meteo Italia

SITUAZIONE. Il Mediterraneo centrale continua ad essere sede di correnti perturbate di origine atlantica, che fanno capo ad una vasta area depressionaria da giorni presente su praticamente l'intero continente. Il perno di tale circolazione è situato in prossimità del Mare del Nord e continua a venire alimentato da aria piuttosto fredda che proviene dalle latitudini artiche, parte della quale si inoltra fin sul Mediterraneo e l'Italia. Qui un nuovo impulso trasportato da correnti mediamente occidentali interessa l'Italia, con maltempo soprattutto sui versanti tirrenici.

TEMPORALI ANCHE IN SICILIA. La linea temporalesca che sta impegnando il basso Tirreno, oltre a dar luogo a rovesci e temporali in Calabria, coinvolge anche la Sicilia. Temporali interessano il settore centro-orientale, in particolare il Messinese settentrionale a pomeriggio inoltrato.

INTENSI TEMPORALI IN CALABRIA, NEVICA IN CIMA ALLA SILA. Anche il basso Tirreno sta subendo una decisa intensificazione dei fenomeni nel corso del pomeriggio e una linea temporalesca si estesa dal mare verso la Calabria, determinando un brusco peggioramento sulle provincie centro-settentrionali. Intanto sulla Silia i temporali assumono carattere nevoso, anche se la temperatura a 1700m è ancora positiva con +2°C e non permette ai fiocchi di depositarsi al suolo.

FORTE NEVE SULL'APPENNINO TOSCO-EMILIANO. Proseguono nel pomeriggio di oggi, mercoledì, abbondanti nevicate sull'Appennini Tosco-Emiliano, esposto ai flussi umidi ed instabili occidentali, con limite pioggia-neve intorno ai 500/800m. I mezzi sparti neve sono impegnati nelle operazioni di pulizia delle strade, soprattutto nelle zone dei valichi dove le raffiche di vento hanno accumulato diversi centimetri di neve fresca.

FIOCCHI FINO A 300M IN TOSCANA. Le regioni tirreniche rimangono quelle maggiormente coinvolte dal flusso umido ed instabile che soffia dal versante occidentale e anche nel pomeriggio si ritrovano alle prese con condizioni di maltempo. Durante i fenomeni più intensi si abbassa anche il limite delle nevicate, tanto che sull'Appennino settentrionale fiocchi di neve si sono abbassati fin verso i 300m di quota. E' quanto accaduto al Mugello e in Valdarno, anche se con temperature di poco superiori allo zero.

FORTI GRANDINATE IN TOSCANA. La Toscana è stata coinvolta da rovesci e temporali violenti in mattinata, in particolare il litorale a sud di Livorno è stato bersagliato da grandinate e graupel che hanno ricoperto alcune strade nella zona di via del Castelluccio, nel tratto di strada extraurbano che conduce a San Carlo. Sono dovuti intervenire i mezzi per pulire le sedi stradali e spargendo il sale. 

NEVICATE IN INTENSIFICAZIONE SULL'APPENNINO SETTENTRIONALE. La perturbazione che sta interessando le regioni tirreniche intensifica i suoi effetti sul settore appenninico settentrionale, dove la neve cade già a partire dai 600m. I fiocchi si sono fatti fitti nel corso del mattino e a quote più elevate si registrano già alcuni centimetri di spessore di neve fresca, una decina sulla zona del Monte Cimone sopra i 1000m. Fiocchi anche in Liguria sull'entroterra genovese, già dai 500m.

ROVESCI E LOCALI TEMPORALI DALLO SPEZZINO ALLA CALABRIA. Le correnti instabili che provengono dal quadrante occidentale si infrangono sulle nostre regioni tirreniche e danno luogo a rovesci sullo Spezzino, in Toscana e su tratti dell'Umbria, con fenomeni che sconfinano alle zone interne delle Marche. Altri rovesci in atto su Lazio e Campania, con fenomeni che sconfinano a Molise e alta Puglia e verso sud all'alta Calabria. Si segnalano anche alcuni temporali sull'alta Toscana.

NEVE SULL'APPENNINO. La quota neve oscilla intorno ai 500/700m sul settore tosco-emiliano occidentale, mentre risale fino a 1000m tra Lazio ed Abruzzo, oltre 1200m su quello meridionale.

L'INVERNO CONQUISTA ANCHE LA SARDEGNA. Un teso flusso occidentale raggiunge la Sardegna trasportando correnti fredde ed instabili che provengono dalla Valle del Rodano e determinano piogge e rovesci soprattutto sui settori occidentali dell'isola, con accumuli pluviometrici di oltre 20mm dalla mezzanotte sul Sassarese, mentre le temperature si abbassano notevolmente e con esse anche la quota neve, che al momento intorno a 700/800m.

METEO PROSSIME ORE. L'impulso perturbato attraversa l'Italia determinando maltempo soprattutto sulle regioni tirreniche. Sarà una giornata più soleggiata invece su Alpi, Ponente Ligure e tratti dell'alta Val Padana, ad eccezione delle pedemontane lombardo-venete dove si avrà maggior nuvolosità. Annuvolamenti più consistenti invece su Bassa Val Padana e Levante Ligure con piogge sparse e rovesci soprattutto su Spezzino e la sera su Emilia centro-orientale, Romagna, coste venete e Friuli, localmente anche sulla bassa Lombardia. Nuvoloso su tutte le regioni tirreniche con rovesci intermittenti e temporali al mattino su Toscana e alto Lazio, nel pomeriggio verso sud fino in Campania e Calabria. Nubi e piogge anche su Puglia e Sicilia, con temporali la sera sul Salento. Neve sulla dorsale appenninica centro-settentrionale dagli 800/1000m, fino a 500/700m sul settore tosco-emiliano occidentale. Instabile anche in Sardegna con rovesci e neve sulle zone interne in calo fino a 600m. Fenomeni in attenuazione in serata su Spezzino, Toscana e Sardegna. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia. Per l'evoluzione fino a Capodanno clicca qui.

Meteo Italia prossime ore
Meteo Italia prossime ore

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati