29 novembre 2021
ore 23:46
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
8 minuti, 52 secondi
 Per tutti
Cronaca meteo Italia
Cronaca meteo Italia

INSISTE IL MALTEMPO AL SUD, SULLE ISOLE E IL MEDIO ADRIATICO, GIA' SOTTOZERO IL CHIANTI E PARTE DELLA VALPADANA: torna il sereno al nord e sulle regioni centrali tirreniche con temperature che già fanno registrare i primi valori leggermente sottozero e siamo appena alla sera. Sottozero il Chianti in Toscana, l'Astigiano, parte del Torinese e il Cuneese in Piemonte. Prossimo allo zero il Mantovano, il Modenese, vicino allo zero il Reatino e la notte è ancora lontana. La perturbazione artica sta invece portando ancora molte nubi e rovesci anche temporaleschi sul medio basso versante Adriatico, la Sardegna centro orientale e l'estremo Sud, soprattutto Sicilia settentrionale e Calabria tirrenica. La neve cade ancora fino a bassa quota in Sardegna, localmente anche sotto ai 300m seppur con accumuli poco significativi. In collina e in montagna invece il manto nevoso ha raggiunto i 25-30cm freschi creando non pochi problemi alla circolazione stradale. Neve più bassa anche in Sicilia e in Calabria. Sull'Isola nevica attorno agli 800m ma con neve che scende anche fino a 600-700m nei rovesci più intensi. Anche qui gli accumuli di precipitazione sono stati abbondanti con oltre 80mm dalla mezzanotte nel Palermitano. Stessa situazione in Calabria con la neve che cade abbondante su Aspromonte, Sila e Pollino fino a 700-800m ma localmente anche più in basso nella zona del Pollino con accumuli freschi in quota che superano anche il mezzo metro.

ANCORA ROVESCI, TEMPORALI E NEVE A BASSA QUOTA SU SARDEGNA, MEDIO ADRIATICO E SUD: Il fronte di aria artica continua la sua marcia verso sudest avvitandosi attorno ad un minimo poco a est dell'Abruzzo. Il fronte principale agisce ancora sulla Sardegna, la Sicilia e la Calabria dove sono in atto numerosi temporali e anche delle nevicate. Neve che continua a cadere fino a bassa quota in Sardegna tra 300 e 500m con numerosi disagi sulle strade interne della regione. quota neve in ulteriore calo invece in Sicilia e in Calabria. In Sicilia siamo attorno agli 800-1000m, in Calabria 700-900m. Un secondo fronte collegato all'ingresso della tramontana agisce invece tra Umbria, Marche, Abruzzo, Molise e Puglia garganica, anche qui ci sono dei temporali, nevosi fino a bassa quota con episodi di neve tonda anche prossimi alla costa come sulla zona di Lesina. Il maltempo si è invece attenuato sulle regioni centrali tirreniche e su buona parte della Campania interna. Importanti gli accumuli pluviometrici raggiunti in Calabria dalla mezzanotte con punte di 70mm nel Cosentino, pioggia abbondante anche in Sicilia con punte di 60mm nell'Agrigentino e fino a 50mm in Campania nel Salernitano, 50mm anche sul Potentino tirrenico. Il tempo si è rasserenato invece su gran parte del Nord favorendo un ulteriore rapido calo delle temperature. Attualmente in Valpadana non si va oltre i 4-5°C con punte anche più basse sul Cremonese, il Parmense il Trevigiano. 

---

VALANGA IN VALLE D'AOSTA, TRAVOLTO PISTEUR. Una valanga si è staccata questa mattina verso le 11 sulle piste di Valtournenche, vicino al Cervino, travolgendo un pisteur che è stato subito soccorso da un collega. Non è stato possibile l'intervento dell'elisoccorso a causa del forte vento. Il pisteur è ricoverato all'ospedale Parini di osta in prognosi riservata.

CLIMA GELIDO SULLE ALPI. L'aria artica sta facendo sprofondare le temperature sull'arco alpino dove il clima si è fatto davvero gelido. A Plateau Rosa, a 3500m ai piedi del Cervino la colonnina segna -21°C, alla Capanna Margherita sul massiccio del Monte Rosa a 4500m addirittura -30°C, mentre soffiano forti venti settentrionali che rendono l'aria ancora più pungente.

FORTI TEMPORALI IN CALABRIA,OLTRE 50MM. Rovesci e temporali impegnano la Calabria nel pomeriggio di lunedì concentrandosi sul versante tirrenico. Si registrano accumuli pluviometrici di oltre 55mm nel Cosentino, circa 50mm al confine con la Basilicata. Sulla Sila invece sono in atto temporali di neve, con i fiocchi che cadono già a partire dagli 800m di quota.

NEVE TONDA SULLA ROMAGNA. Un nucleo di instabilità sta interessando la Romagna con fenomeni a carattere di rovescio da Ravenna a Rimini nel pomeriggio e graupel o neve tonda segnalata a Cervia. Nevica invece sull'Appennino romagnolo a partire dai 400m circa.

NEVICA SUL GARGANO. Anche la Puglia viene imbiancata dalla neve che cade a partire dai 600m di quota, tanto che sul Gargano nevica anche a Monte Sant'Angelo iniziando ad imbiancare, con la temperatura che scende a +1°C.

NEVICA IN ABRUZZO DAI 600/700M. La neve sta imbiancando anche i rilievi abruzzesi a partire dai 600/700m di quota, con uno strato di qualche centimetro fresco sui rilievi della Marsica, come testimonia il seguente video che giunge da Tagliacozzo.

NEVE A 600M IN PUGLIA. La quota neve continua ad abbassarsi e in Puglia oscilla intorno ai 600m sulla Daunia. Neve anche in Basilicata con qualche centimetro di accumulo sopra i 1000m nel Potentino.

INCIDENTE PER NEVE A BOLSENA, SI RIBALTA MEZZO PESANTE. In mattinata un autoarticolato si è ribaltato a causa della neve presente sulla strada Umbro Casentinese all'altezza dello svincolo per Bolsena. Sono dovuti intervenire i Vigili del Fuoco con l'ausilio di una gru per rimuovere il mezzo pesante, con conseguenti ripercussioni sul traffico.

SCUOLE CHIUSE PER NEVE NEL VITERBESE. Continua a nevicare in provincia di Viterbo dove le scuole rimarranno chiuse in alcuni comuni, come Montefiascone, Bolsena, San Lorenzo Nuovo, Acquapendente, Gradoli, Latera e Valentano. Fiocchi segnalati inoltre nel fondovalle di Ferentino, nel Frusinate, oltre che sulle zone più elevate dei Castelli Romani. 

VENTI FINO A 100KM/H. Soffiano impetuose le raffiche di vento tra ovest e nordovest, con punte di oltre 100km/h nel Verbano, ma anche in Emilia sul Cimone, 90km/h a Mazara del Vallo, in Sicilia, 80km/h in Calabria sulla Sila.

NEVE A 800M IN CAMPANIA E MOLISE. La quota neve scende fino a 800m in Campania e sui Monti Picentini si registrano accumuli di fresca di 5/10cm oltre i 1200m. Sospinti dai intensi venti occidentali i fenomeni si spingono fin verso il Molise, tanto che nevica anche a Campobasso anche copiosamente nel corso del mattino.

Fotosegnalazione di Campobasso
Fotosegnalazione di Campobasso

NEVE A NUORO. A 1500M MEZZO METRO. Anche in Sardegna continuano nevicate e bufere in montagna, con lo spesso re che nel comprensorio di Separadorgiu, nel Nuorese, ha raggiunto il mezzo metro ad una quota di 1500m. Intanto la neve si è spinta fino a Nuoro, ad una quota di 500m.

TIRRENO NEL MIRINO DELL'INSTABILITA'. L'intenso flusso di correnti occidentali innescato dal minimo di pressione in queste ore sull'alto Tirreno sta provocando condizioni di maltempo proprio sulle regioni tirreniche, con rovesci e temporali su bassa Toscana, Lazio, Campania e Calabria. E' sulla Calabria tirrenica che fino ad ora il maltempo è risultato più intenso, in particolare sul Cosentino dove dalla mezzanotte si registrano accumuli pluviometrici di circa 40mm che vanno ad aggiungersi alle piogge battenti di ieri, segnata da danni e allagamenti.

TEMPORALI E NEVE A BASSA QUOTA SUL CENTRO ITALIA, FIOCCHI A ORVIETO E PERUGIA. Con il brusco abbassamento delle temperature anche la quota neve ha subito un sensibile calo, tanto che sul Centro Italia i fiocchi si spingono fino a quote di bassa collina. Nevica in Umbria a Orvieto e Perugia con i fiocchi che imbiancano strade e tetti. Nevica sul Lazio già a partire dai 500m con i fiocchi che imbiancano il Viterbese, anche con fenomeni a carattere di temporale. Il flusso occidentale spinge i fenomeni verso l'Adriatico, dove però risultano un po' più attenuati per la protezione offerta dalla dorsale appenninica. Sulle zone interne però riesce a nevicare fin verso i 400m sull'entroterra marchigiano.

Nel seguente video la nevicata in corso a Latera (VT):

Nel seguente video la situazione ad Acquapendente (VT):

Nel seguente video la situazione a Bagnaia (VT) con nevicata in corso:

Torre Alfina - Frazione di Acquapendente (VT). Foto di Fabio Pascucci
Torre Alfina - Frazione di Acquapendente (VT). Foto di Fabio Pascucci

NEVE IN COLLINA AL SUD. L'aria fredda si fa sentire anche sulle regioni meridionali dove le temperature sono in sensibile diminuzione e la neve cade fino a quote collinari. In Campania nevica dai 500/700m, tanto che anche il Vesuvio risulta ben imbiancato. A bassa quota si susseguono invece rovesci e temporali che in alcuni casi sono stati accompagnati da gradinate.

Il Vesuvio imbiancato da Torre del Greco (Foto di Luigi Vitiello)
Il Vesuvio imbiancato da Torre del Greco (Foto di Luigi Vitiello)

BUFERE DI NEVE IN SARDEGNA. Anche la Sardegna è interessata dalla discesa artica e dal maltempo che sta investendo soprattutto il versante occidentale. Soffiano impetuosi venti di Maestrale e la neve cade già a partire dai 400m sulle zone interne, tanto che sono in corso vere e proprie bufere su alcune zone del Nuorese.

SITUAZIONE. Correnti artiche hanno raggiunto il Mediterraneo centrale e stanno alimentando una circolazione depressionaria che transita oggi sull'Italia centrale, accompagnando una perturbazione che coinvolge direttamente le nostre regioni centro-meridionali con episodi di maltempo anche intenso. Il flusso artico che sta affluendo sullo Stivale sta determinando anche una brusca diminuzione delle temperature e con essa anche della quota neve lungo la dorsale appenninica.

METEO PROSSIME ORE. Al Nord addensamenti irregolari e deboli nevicate intermittenti sui confini alpini centro-occidentali fino a quote di fondovalle, schiarite su Liguria e Val Padana salvo nubi e piogge in arrivo in mattinata sulla Romagna con neve sull'Appennino dai 400/500m. Instabile al Centro-Sud con piogge e rovesci anche intensi al mattino sul versante tirrenico, specie sul settore centro-meridionale dove assumeranno spesso carattere temporalesco e saranno accompagnati da locali grandinate, tendenti però ad attenuarsi da nord. In giornata rovesci in intensificazione anche sul medio versante adriatico, in estensione dalle Marche all'alta Puglia. Neve sull'Appennino centro-settentrionale in calo fino a 400/600m, 700/900m su quello meridionale e in Sicilia ma ancora in calo la sera. Instabile anche in Sardegna con rovesci e temporali soprattutto sul versante occidentale e neve sui rilievi dai 400/500m. Temperature in diminuzione e venti forti da ovest-nordovest, tendenti a disporsi da nordest sull'alto Adriatico. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia. Per le previsioni da martedì in poi clicca qui.

Meteo prossime ore
Meteo prossime ore

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati