20 marzo 2021
ore 23:45
di Carlo Migliore
tempo di lettura
4 minuti, 35 secondi
 Per tutti
Maltempo invernale sull'Italia con pioggia in pianura e neve fino a quote collinari
Maltempo invernale sull'Italia con pioggia in pianura e neve fino a quote collinari

AGGIORNAMENTO ORE 19:30 - PIOGGE AL SUD CON NEVE IN COLLINA SU APPENNINO, IN NOTTATA PEGGIORA SUL VERSANTE ADRIATICO CENTRALE CON NEVE SINO A BASSA QUOTA: Le cumulate pluviometriche al Sud Italia hanno toccato picchi di 30-40 mm (in particolare tra Calabria ed Est Sicilia), mentre fiocchi di neve hanno raggiunto quote collinari sull'Appennino calabro-lucano. Nelle prossime ore previsto un peggioramento a carattere di instabilità sulla Romagna, poi sulle Marche e nottetempo sull'Abruzzo con neve sino a quote di medio-bassa collina, sin verso i fondovalle a ridosso dell'Appennino. Previste delle nevicate entro la prima mattinata di domenica anche sull'Appennino umbro, con isolati deboli sfondamenti nevosi possibili sul perugino orientale. Ventilazione tra tesa e forte di Tramontana al Centrosud.

AGGIORNAMENTO ORE 16:00 - L'INSTABILITA' RAGGIUNGE NORDEST ED EMILIA ROMAGNA, NEVE A BASSA QUOTA ANCHE IN ABRUZZO E SU GRAN PARTE DEL SUD: Nelle ultime ore l'ingresso dell'aria fredda dai Balcani ha stimolato una modesta instabilità anche sulle regioni di Nordest con qualche debole pioggia su Veneziano, Vicentino e Trevigiano. Deboli fenomeni anche in Emilia Romagna, nevosi lungo l'Appennino fino a 400-500m. L'instabilità si è accentuata anche sull'Abruzzo con deboli piogge sulla costa e nevicate fino a quote collinari sulle zone interne. Continua il maltempo intanto su Molise, Puglia, Basilicata, Irpinia, Calabria e Sicilia con piogge abbondanti e locali temporali sull'Isola e nevicate fino a quote di medio bassa collina sull'Appennino campano, lucano e sull'alta Murgia. Raggiunti in provincia di Potenza accumuli freschi anche superiori ai 35cm con la città di Potenza sotto una spessa coltre di neve. Neve anche sul Vesuvio a Napoli

AGGIORNAMENTO ORE 11:00 - NUBI IN AUMENTO E PRIMI FENOMENI SU EMILIA ROMAGNA E MEDIO ADRIATICO: dopo una mattinata in parte soleggiata il tempo inizia a peggiorare anche sull'Emilia Romagna e il medio Adriatico e localmente sul basso Veneto. Per ora si tratta di fenomeni isolati tra le province di Rovigo e Ferrara cosi come sul Pesarese e il Pescarese ma nelle prossime ore tenderanno a diventare più diffusi. Continua intanto il maltempo sulle regioni meridionali con fenomeni abbondanti tra bassa Campania, Basilicata e Calabria dove si superano i 30mm dalla Mezzanotte. La neve cade mediamente al di sopra dei 400-500m con accumuli nel potentino fino a 30cm oltre gli 800m e in Irpinia fino a 20cm. La neve cade copiosa anche su Gargano e Murgia barese.

GELO TARDIVO E NEVE NEL PRIMO GIORNO DELLA PRIMAVERA ASTRONOMICA - Terzo weekend di marzo all'insegna del maltempo in stile invernale con pioggia in pianura e nevicate fino a quote collinari sulle regioni meridionali a dispetto della Primavera astronomica che entra proprio oggi alle 10:37, ma nelle prossime ore toccherà anche a parte del Centro e localmente al Nord con dettagli che vedremo tra un momento. Nel frattempo una panoramica della situazione in atto sulla Penisola. l'ingresso di un nucleo di aria artica dall'Europa nord orientale ha stimolato la formazione di una bassa pressione sul bacino centrale del Mediterraneo che ha iniziato a coinvolgere le nostre regioni meridionali fin dalla giornata di venerdì e con fenomeni che in queste ore si sono estesi a tutto il Sud lambendo anche Lazio e Abruzzo. Le piogge più abbondanti in  Calabria e sulla Basilicata dove ci sono stati anche dei temporali con accumuli fino a 30mm nel Potentino e nel Cosentino, 15-20mm tra bassa Campania, Puglia e Sicilia. Fenomeni più deboli tra alta Campania e Molise con accumuli modesti. L'abbassamento delle temperature ha favorito come annunciato il ritorno della neve a quote collinari mediamente intorno 400-600m ma localmente anche più in basso con accumuli freschi fino a 20cm in Irpinia e oltre 30cm sull'Appennino Lucano.


Al Nord dove i cieli sono rimasti sereni o poco nuvolosi è invece arrivato il gelo con temperature all'alba quasi ovunque sottozero in Valpadana. Punte di -4°C nel Modenese, -3°C nel Cremonese, nel Trevigiano e nel Rodigino. In montagna sulle Alpi gelo intenso con minime scese fino a -15/-17 a 2000m con punte di -26°C sulle Alpi Vicentine

Previsioni meteo per sabato
Previsioni meteo per sabato

PREVISIONE PROSSIME ORENord: nubi in aumento sull'Emilia Romagna soprattutto a ridosso dell'Appennino con deboli nevicate fino a 300-400m in calo serale fino a 200m e localmente anche più in basso. Poco nuvoloso sui restanti settori salvo occasionali fenomeni sul basso Veneto. Centro: nubi in aumento lungo l'Adriatico con piogge e nevicate fino a 400-600m in calo serale fino a 200-400m ma localmente anche sotto i 100m nelle interne marchigiane e abruzzesi. Nubi e qualche debole fenomeno, nevoso fino a quote collinari anche sulle zone interne delle regioni tirreniche, poco nuvoloso lungo la costa. Irregolarmente nuvoloso sulla Sardegna con locali fenomeni sui settori centro orientali. Sud: spiccata instabilità con piogge e rovesci, anche temporaleschi sulla Sicilia. Neve dai 300-500m di Campania, Basilicata, Molise e Gargano in rialzo diurno a 600m, a quote di montagna tra Sicilia e Calabria. Tendenza a miglioramento serale in Campania. Temperature in generale diminuzione sui settori peninsulari, stabili sulle Isole Maggiori. Venti tesi dai quadranti settentrionali. Mari molto mossi.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati