11 maggio 2021
ore 23:55
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
6 minuti, 10 secondi
 Per tutti
Cronaca meteo Italia
Cronaca meteo Italia

Nel corso delle ultime ore il fronte principale della perturbazione giunta sull'Italia ha continuato la sua marcia verso Sudest rinnovando condizioni di maltempo sulle nostre regioni tirreniche, raggiunte da piogge e rovesci, a tratti più intensi e produttivi in particolar modo sulla Toscana dove si registrano accumuli oltre i 50 mm nel livornese. Piogge hanno bagnato anche su Umbria, Marche, Lazio e solo marginalmente su Abruzzo occidentale e alta Campania. 

Il maltempo non ha mollato la presa neppure tra Lombardia ed Emilia con rovesci e piogge, a tratti anche di forte intensità al confine tra le due regioni, con accumuli oltre i 20/25mm in pianura. Anche al Nordest le piogge sono proseguite, a tratti intense a ridosso delle Prealpi veneto e sulle pianure sudoccidentali della regione. 

Dietro il fronte altri rovesci e temporali si sono sviluppati tra VDA e pedemontana piemontese con precipitazioni a tratti intense tra torinese, biellese e verbano con accumuli locali oltre i 100mm nel canavese. Anche in Sardegna l'ingresso di correnti occidentali ha dato vita a nuovi rovesci e temporali che hanno interessato a macchia di leopardo i settori centro settentrionali della regione. 

QUASI 100MM IN LOMBARDIA. Proseguono insistenti le piogge nel corso del pomeriggio anche sul territorio lombardo, interessando soprattutto le zone di montagna. Nelle valli bergamasche si raggiungono accumuli pluviometrici di 80mm dalla mezzanotte, in Val Gerola (SO) addirittura 95mm, anche se valicando il confine svizzero si trovano valori anche superiori a 100mm nel Ticino.

TANTA PIOGGIA SULLA DORSALE TOSCO-EMILIANA. Notevoli gli accumuli pluviometrici sull'Appennino Tosco-Emiliano con valori che dalla mezzanotte arrivano fino a 75mm sull'Abetone.

UN METRO DI NEVE FRESCA SUL MONTE ROSA. Ad alta quota le precipitazioni assumono carattere nevoso e sui ghiacciai del monte Rosa la perturbazione in corso ha già scaricato un metro di neve fresca alla Capanna Gnifetti, a 3647m.

PICCHI DI 30°C AL SUD. Prosegue l'afflusso di aria calda su parte delle regioni meridionali dove anche oggi si registrano valori del tutto estivi. In particolare sono tratti di Puglia e Calabria a far registrare i valori più elevati, con punte di 30°C nel Cosentino e Barese.

PUNTE DI 180MM IN PIEMONTE. Precipitazioni molto intense stanno interessando parte del Piemonte da inizio settimana, tanto che nelle ultime 24 ore nel Biellese si raggiungono accumuli pluviometrici anche di 180mm, 160mm nel Verbano. Molti corsi d'acqua sono in piena, tra cui il Cervo e il Mastallone, che hanno raggiunto il livello di piena ordinaria. Chiuso un ponte in Valsessera, tra Biellese e Vercellese. Intanto nel pomeriggio alcuni temporali piuttosto energici si sono sviluppati nel Canavese, a nord di Torino.

OLTRE 50MM SUL LEVANTE LIGURE. Piogge battenti in mattinata anche sulla Riviera Ligure di Levante con accumuli pluviometrici che superano localmente i 50mm nel genovese orientale. il fronte, seppur lentamente, sta progredendo verso est e il settore orientale della regione risulta decisamente il più penalizzato. Inferiori infatti gli apporti pluviometrici sul Ponente, non oltre i 25mm del Savonese.

SI INTENSIFICANO LE PIOGGE IN LOMBARDIA. Con l'avanzamento della perturbazione verso Levante le piogge hanno subito una decisa intensificazione nel corso del mattino sulla Lombardia, in particolare sulla fascia prealpina dove registriamo gli accumuli maggiori. Si raggiungono i 40mm sulle vallate bergamasche ma anche sul Varesotto.

TEMPORALI IN SARDEGNA. Il ramo meridionale del fronte sta attraversando la Sardegna nel suo spostamento da ovest verso est distribuendo rovesci che hanno assunto anche carattere temporalesco in mattinata.

SITUAZIONE. Una depressione secondaria si è generata da quella principale posizionata sul Nord Atlantico, all'altezza delle isole britanniche. Il nuovo minimo di pressione ha raggiunto il Mediterraneo e si sposta dal Golfo del Leone verso la Costa Azzurra, pilotando un'intensa perturbazione che interessa le regioni settentrionali, Toscana e Sardegna, ma con alcune precipitazioni più deboli che si estendono a Umbria e Lazio.

AL NORDOVEST OLTRE 100MM IN 24 ORE. Non ha mollato la presa dalle prime ore di lunedì la perturbazione al Nordovest ed ha colpito duro tra Piemonte e Valle d'Aosta, dove nelle ultime 24 gli accumuli pluviometrici superano spesso i 100mm. Punte addirittura di 135mm tra Verbano e Biellese, 120mm nelle valli piemontesi del Gran Paradiso, 100mm tra i settori orientali e meridionali della Valle d'Aosta. Precipitazioni più deboli invece sulle zone di pianura, soprattutto sul basso Piemonte. Il fronte ha intanto raggiunto Lombardia, Emilia e Veneto occidentale con piogge e rovesci che si stanno notevolmente intensificando, mentre concedono una tregua sul Piemonte occidentale.

CRESCE IL LIVELLO DEI CORSI D'ACQUA IN PIEMONTE. LE piogge battenti stanno facendo aumentare la portata di alcuni corsi d'acqua al Nordovest, in particolare in Piemonte. Le forti piogge si sono concentrate soprattutto sui settori alpini, facendo aumentare la portata di molti torrenti, ma soprattutto dell'Orco, in discesa dal versante piemontese del Gran Paradiso, più volte avvicinatosi al livello di pre-soglia tra ieri e questa notte, ma di recente anche il San Bernardino, nel Verbano.

ANCORA CALDO AL SUD. Lo Scirocco mantiene elevate le temperature sulle regioni meridionali e su parte delle Adriatiche, con valori che a inizio mattinata segnano già 25°C sull'Anconetano e sul Reggino, 23°C nell'Ascolano e nel Palermitano.

ROVESCI RAGGIUNGONO IL CENTRO. La perturbazione ha fatto progressi verso sudest rispetto a ieri e ha coinvolto nelle ultime ore la Sardegna, Toscana, qualche goccia anche in Umbria e Lazio. Si tratta di precipitazioni comunque deboli, ad eccezione dell'alta Toscana dove si segnalano punte di 30mm nel Livornese.

METEO PROSSIME ORE. Maltempo al Nordovest, pur con tendenza ad attenuazione delle precipitazioni in serata su basso Piemonte e Ponente Ligure, piogge e rovesci anche intensi in rapida estensione al resto delle regioni settentrionali già dal mattino, in attenuazione in giornata sull'Emilia Romagna. Possibili nubifragi su alto Piemonte, Valle d'Aosta sudorientale, Prealpi e alte pianure lombardo-venete e Liguria di Levante, con accumuli pluviometrici intorno a 60/90mm in 24 ore. Passaggio di rovesci al mattino in Sardegna seguiti da una certa variabilità che subentrerà da ovest in giornata; piogge e rovesci sull'alta Toscana che diverranno anche temporaleschi e a tratti forti con possibili nubifragi ed accumuli pluviometrici fin verso i 60/90mm nell'arco delle 24 ore, iniziali schiarite sulle regioni adriatiche del Centro. Ma dal pomeriggio si intensificano le piogge su Lazio, Umbria e Marche interne con rovesci sparsi in estensione in serata a coste marchigiane e localmente Abruzzo, anche con qualche temporale. Resiste il bel tempo al Sud, pur con transito di innocue stratificazioni alte e nubi più compatte in serata in Campania, dove giungerà qualche  pioggia. Temperature in calo al Centro-Nord, stabili o in ulteriore lieve aumento al Sud con punte di 30/32°C sul Tavoliere. Venti tesi di Scirocco tendenti a provenire da sudovest sui bacini occidentali, da nordovest la sera sul Mar di Sardegna. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia. Per l'evoluzione prevista per i giorni successivi clicca qui.

Meteo Italia martedì
Meteo Italia martedì

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati