13 ottobre 2021
ore 23:46
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
5 minuti, 49 secondi
 Per tutti
Cronaca meteo Italia
Cronaca meteo Italia

ORE 21:30 - NUBIFRAGI E DISAGI IN SICILIA, FREDDO E NEVE IN APPENNINO SUL CENTRO ITALIA: l'evoluzione della saccatura alimentata da aria artica continua ad avere un duplice effetto sull'Italia, il richiamo di correnti meridionali sullo Ionio alimenta una diffusa instabilità sulla Sicilia che resta esposta a fenomeni intensi, con accumuli che ormai raggiungono gli 80mm nel messinese e superano i 60mm nel Palermitano. La pioggia battente che da alcune ore cade sul capoluogo ha creato disagi in diverse zone della città. Decine gli interventi della polizia municipale e dei vigili del fuoco. Tra le zone più colpite viale del Fante, via Crispi, via Ernesto Basile, la Zisa, via Ugo La Malfa e le borgate marinare di Mondello e dell'Acquasanta, oltre a Partanna. "Sorvegliati speciali" i sottopassi di viale Regione siciliana. Situazione critica anche in provincia, diverse segnalazioni per allagamenti e frane arrivano dalla zona di Ficarazzi e da Bagheria. In alcuni quartieri palermitani, come a Partanna, Mondello e la Zisa, diversi residenti sono rimasti intrappolati in casa.

Dall'altro lato dove prevale l'avvezione fredda i fenomeni sono più discontinui ma le temperature in netto calo hanno favorito l'arrivo della neve a quote relativamente basse per il periodo. Nevica debolmente sull'Appennino marchigiano a quote comprese tra 1200 e 1400m ma con neve che riesce a scendere anche prossima ai 1000m nelle zone interne dei massicci montuosi, lo zero termico si è ulteriormente abbassato rispetto al pomeriggio e attualmente si attesta tra i 1500 e i 1700m. D'altra parte fa freddo fin sulla costa con valori di 10-11°C ma fino a 8-9°C appena nell'entroterra costiero a quote di bassa collina.  Deboli nevicate anche tra Abruzzo e Molise ma a quote più alte (1400-1600m) seppur in calo nelle prossime ore. Nota di rilievo sono anche i venti forti di Grecale che spazzano tutta la Penisola da Nord a Sud. Raggiunti i 95km/h sulle colline del Frusinate.

---------------

ORE 19:00 FORTI TEMPORALI IN SICILIA - Accompagnato da venti forti che superano gli 80km/h sulle colline delle regioni adriatiche è arrivato puntuale l'impulso di aria artica marittima disceso dalla Scandinavia. Il contrasto termico ha prodotto numerosi rovesci e temporali divisi su due fronti, uno meridionale che ha interessato prevalentemente la Sicilia e la Calabria e uno settentrionale, attivo prevalentemente tra la Romagna e le Marche. Gli accumuli più abbondanti sulla Sicilia con punte di 60mm nel Messinese e 40mm nel Palermitano. Piogge moderate su Romagna e Marche con accumuli fino a 20mm, un temporale è riuscito a scavalcare anche la barriera appenninica raggiungendo la zona di Latina nel pomeriggio ma con accumuli modesti. 

TEMPERATURE IN SENSIBILE CALO E NEVE IN APPENNINO - l'irruzione fredda ha comportato un sensibile calo delle temperature sul medio Adriatico, attualmente le temperature sono comprese lungo la costa tra 10 e 12°C, basse nelle zone interne con valori intorno 4-5°C già alla quota di 800m tanto che la neve cade in Appennino intorno ai 1200-1400m ma localmente nelle zone interne dei Sibillini anche a quote inferiori. Lo zero termico si attesa all'incirca sui 1700-1800m, un valore piuttosto basso per la seconda decade di ottobre.

-----

ROVESCI IN FORMAZIONE IN PUGLIA. Il fronte che da questa mattina agisce sulle regioni meridionali ha esteso i suoi effetti dal versante tirrenico a quello adriatico, favorendo l'arrivo dei primi rovesci anche in Puglia. E' prevalentemente l'area centro-meridionale ad essere interessata dai fenomeni, da quella di Bari fino al Leccese, seppur in modo sparso e a macchia di leopardo.

TEMPORALI E GRANDINE TRA ROMAGNA E MARCHE. L'aria fredda sta facendo il suo ingresso sul Mediterraneo centrale a partire dall'alto Adriatico, attivando alcuni temporali anche di forte intensità. A farne le spese sono le regioni dell'Adriatico centro-settentrionali, tra Romagna e alte Marche, anche accompagnati da grandine nel Ravennate e nell'area di Fano. Qualche rovescio inoltre sulle zone interne delle basse Marche e di quelle abruzzesi.

ROVESCI SUL BASSO TIRRENO. Intanto proseguono piogge e rovesci sul settore tirrenico meridionale, già cominciati questa mattina, con coinvolgimento di Sicilia settentrionale e Calabria, anche se sull'isola si assiste ad una loro attenuazione nelle ore pomeridiane. Qualche rovescio interessa infine la Sardegna tirrenica, mentre un temporale dalla Corsica si dirige verso le Bocche di Bonifacio.

SITUAZIONE. Un fronte in discesa dal Nord Europa ha valicato le Alpi e scivola velocemente verso sud saltando gran parte del Nord Italia, sottovento alle Alpi, così come l'alto Tirreno. Transiterà invece rapidamente sulle regioni del medio Adriatico per poi concentrarsi al Sud, dove darà vita ad un vortice depressionario responsabile di un incremento dell'instabilità in giornata sulle regioni meridionali. Contemporaneamente l'aria fredda che lo spinge verso latitudini meridionali determina un aumento dell'instabilità anche sul medio versante adriatico, oltre ad un abbassamento delle temperature che favorirà nevicate in Appennino anche sotto i 1500m.

FIOCCHI NELLA NOTTE SUI CONFINI ALTO ATESINI FINO A 1000M. Nella notte il fronte ha valicato le Alpi ed ha coinvolto il settore alto atesino con qualche nevicata su tratti dell'Alto Adige, in particolare in Valle Aurina dove le principali località sono imbiancate a partire dai 1000m. Nessun problema al Brennero, dove non nevica e la circolazione stradale è del tutto regolare.

Imbiancata Almboden, in Valle Aurina (BZ)
Imbiancata Almboden, in Valle Aurina (BZ)

QUALCHE ROVESCIO SU PARTE DEL SUD. La parte più avanzata del fronte ha già raggiunto le regioni meridionali e sta provocando piogge e rovesci sparsi su alta Puglia, Calabria tirrenica ed est Sicilia, mentre nella notte alcune piogge hanno bagnato la Campania. Si segnala una spiccata variabilità anche in Sardegna, con qualche piovasco sparso.

Meteo Italia mercoledì
Meteo Italia mercoledì

METEO PROSSIME ORE. Residui addensamenti sulle Alpi confinali con fenomeni in attenuazione sul settore alto atesino e con tendenza a schiarite sempre più ampie in giornata. Bel tempo sul resto delle regioni settentrionali, ma con tendenza ad un po' di variabilità dal pomeriggio sulla Romagna, la sera su tratti delle pianure lombardo-venete, con qualche pioggia. Prevale il bel tempo anche sulle regioni del medio-alto Tirreno, salvo qualche pioggia la sera sul basso Lazio. Aumenta l'instabilità sull'Adriatico con rovesci e temporali dal pomeriggio tra Marche e Abruzzo, localmente anche grandinigeni, in estensione alla Puglia entro fine giornata. Peggiora anche sul basso Tirreno con piogge e rovesci in aumento su bassa Campania, Calabria e nord Sicilia, localmente intensi e a carattere temporalesco. Variabilità con alcune piogge in Sardegna. Neve dai 1300/1500m su dorsale adriatica. Venti tesi da nordest, temperature in calo. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati