15 maggio 2020
ore 23:55
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
4 minuti, 33 secondi
 Per tutti
Forti temporali e grandine al Nord
Forti temporali e grandine al Nord

AGGIORNAMENTO ORE 19,00. ANCORA RESIDUI TEMPORALI AL NORD - Nel corso delle ultime ore il fronte instabile si è ulteriormente allontanato verso Levante, diretto verso i Balcani settentrionali e gli Stati danubiani. Rovesci e locali temporali stanno ancora interessando parte del Trentino Alto Adige orientale così come il medio-alto Friuli, con fenomeni localmente di forte intensità su Udinese settentrionale, Carnia e Tarvisiano. Nel contempo i rovesci e i temporali che nel pomeriggio si sono sviluppati sulle Alpi occidentali sono sconfinati localmente sulle vicine pianure piemontesi in particolar modo tra Verbano e Varesotto e sul Piemonte meridione, ivi con almeno tre intense celle temporalesche tra torinese meridionale, cuneese e astigiano occidentale. Dal punto di vista termico il caldo ha continuato a farsi sentire al Sud con massime sino a 37°C sul messinese tirrenico, così come sul comparto sudoccidentale dell'Isola, 35°C nel cosentino, 33°C nel leccese e barese, tra 27 e 30°C lungo il medio versante adriatico.

AGGIORNAMENTO ORE 15,30. NUOVI ROVESCI SI ATTIVANO IN PIEMONTE - Mentre prosegue una certa attività temporalesca al Nordest, con i fenomeni che si concentrano sul Friuli, nuovi rovesci si stanno attivando nel pomeriggio sul Piemonte. Sono l'alto Torinese, il Biellese e la Valle d'Aosta meridionale le zone soggette all'instabilità in formazione diurna, con fenomeni che sconfinano verso sud alle Valli di Lanzo e alla Val Susa, in Provincia di Torino.

AGGIORNAMENTO ORE 14,15. TEMPORALI IN VENETO E FRIULI VENEZIA GIULIA - Passata la metà della giornata l'instabilità si concentra tra Lombardia orientale e Triveneto. In particolare è sulle pianure venete che si stanno sviluppando alcuni temporali che con traiettoria est-sudest ovest-nordovest si stanno dirigendo verso la Laguna Veneta. Successivamente rovesci e temporali si sono estesi anche al Friuli Venezia Giulia a partire da coste e pianure. Da segnalare locali rovesci anche su alta Toscana e di nuovo in Piemonte, sulla zona pedemontana. 

AGGIORNAMENTO ORE 10,45. INSISTONO ROVESCI TRA ALTE PIANURE E PREALPI LOMBARDO-VENETE - Si è tranquillizzata la situazione a Milano dopo il violento nubifragio di questa notte e i fenomeni risultano al momento assenti anche se molte strade sono ancor allagate e molti alberi caduti rendono alcune strade impraticabili. Nel frattempo i fenomeni si sono spostati più ad est e piogge e rovesci si concentrano ora sulle alte pianure lombardo-venete e sulla relativa fascia prealpina.

ROVESCI SU ENTROTERRA LIGURE - La coda del fronte interessa parte della Liguria centro-orientale, in particolare le zone interne di Genova dove gli accumuli pluviometrici superano localmente i 40mm. 

AGGIORNAMENTO ORE 8. FORTI TEMPORALI IN PIEMONTE, ALLUVIONE LAMPO NELL'ALESSANDRINO - Dalla depressione sulla Penisola Iberica si è diramato l'ennesimo sistema frontale diretto verso il Nord Italia, raggiunto nella serata di giovedì. Sin dalla serata di ieri le piogge si sono intensificate in Piemonte, assumendo carattere di nubifragio nell'Acquese (AL) con temporali anche grandinigeni che hanno provocato allagamenti estesi costringendo i Vigili del Fuoco a numerosi interventi. Piogge intense anche sull'estremo angolo sudoccidentale del Piemonte, al confine con le Alpi Liguri e l'Imperiese, dove in poche ore gli accumuli pluviometrici hanno sfiorato i 90mm.

NUBIFRAGI IN LOMBARDIA, MILANO SOTT'ACQUA, PIU' PIOGGIA IN UNA NOTTE CHE IN UN MESE - Piogge intense e temporali inoltre su Novarese e Vercellese con accumuli fino a 70mm dalla mezzanotte e nubifragi che hanno coinvolto anche la zona dei Laghi su entrambi i versanti, sia piemontesi che lombardi, ma è in Lombardia che si sono avute le conseguenze peggiori. A Milano un intenso nubifragio si è scaricato nella notte dando luogo ad accumuli pluviometrici fino a 140mm sulla zona ovest della città e ad allagamenti e black out, oltre che all'esondazione di Seveso e Lambro.

TEMPORALI E GRANDINE SU EMILIA E TRIVENETO - Piogge e temporali anche in Liguria, in avvio di giornata tra Genovese e Spezzino oltre che sull'alta Toscana, poi sul Triveneto con coinvolgimento soprattutto dell'area alpina e di quella pedemontana con accumuli pluviometrici fino a 45mm sul Bellunese. Si segnalano inoltre forti grandinate al primo mattino di oggi, venerdì, tra Mantovano ed Emilia occidentale.

CALDO AL SUD - Intanto continua a far caldo al Sud, alle prese con un'onda calda in risalita dal Nord Africa. Ritroviamo temperature minime ancora molto elevate con 23°C a Foggia e Cosenza, 25°C a Crotone, 20/22°C sul nord della Sicilia. Si segnalano infine ancora raffiche di vento mediamente di Scirocco, fino a 95km/h sull'Appennino Molisano, 70km/h sul Barese.

PROSSIME ORE - Permarranno condizioni instabili al Nord, soprattutto tra Alpi e alta Val Padana, ma con parziale coinvolgimento anche della Liguria. Attesi dunque rovesci e temporali tra Lombardia e Triveneto, più deboli sull'Emilia Romagna e basso Veneto che rimarranno all'asciutto. In serata fenomeni gradualmente più attenuati ad eccezione di qualche temporale in Piemonte. Qualche pioggia debole fin sull'alta Toscana, mentre sul resto del Centro e al Sud si avranno i soliti cieli offuscati dal passaggio di velature e stratificazioni alte. Temperature in calo di qualche grado ma sempre superiori alla norma. Venti moderati o tesi tra sudest e sudovest. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia.

Meteo prossime ore
Meteo prossime ore


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati