15 luglio 2019
ore 21:25
di Carlo Migliore
tempo di lettura
5 minuti, 17 secondi
 Per tutti

SITUAZIONE ORE 18: TEMPORALI IN TOSCANA E SICILIA ORIENTALE - E' in fase di sensibile intensificazione l'ondata di maltempo sull'Arcipelago Toscano: i temporali interessano in particolare l'Isola d'Elba e Pianosa, dove si registrano cumulate pluviometriche localmente superiori ai 35 mm. Nelle prossime ore la linea temporalesca attiva sull'alto Tirreno coinvolgerà con ogni probabilità l'Argentario e il Giglio. Tra la tarda serata e la notte non si esclude un parziale interessamento anche della Maremma Viterbese e delle località costiere e sub-costiere dal Lazio.

Fenomeni temporaleschi talvolta intensi interessano anche i settori centro-orientali della Sicilia ed in particolare l'area dei Nebrodi, l'Etna, il litorale ionico a nord di Catania, il basso Messinese e il Siracusano: sotto precipitazioni abbondanti, anche a locale regime di nubifragio - alimentate dalla presenza di una linea di confluenza al suolo sulle aree interne e dal richiamo di aria molto umida dal mar Ionio - si segnalano puntuali grandinate, allagamenti e le prime locali criticità idrogeologiche. Tra l'Acese e il Taorminese si superano i 70-80 mm giornalieri. I settori orientali dell'Isola permarranno esposti al maltempo per gran parte della serata; a partire dalle prime ore di martedì, invece, con la progressiva rotazione dei venti dai quadranti settentrionali, il tempo tornerà a peggiorare in modo marcato a partire dai settori tirrenici delle province di Trapani, Palermo e Messina; l'afflusso di aria più fresca in quota potrà favorire, inoltre, brevi nevicate fuori stagione alle quote sommitali dell'Etna. Nelle prossime 12-18 ore il maltempo entrerà nel vivo anche in Campania e Calabria.

Situazione ore 14.00: Decisamente anomala l'ondata di maltempo che dalla sera di domenica ha iniziato ad interessare buona parte delle regioni settentrionali e che ha raggiunto il culmine nelle prime ore del pomeriggio. Un vero e proprio vortice ciclonico ben strutturato a tutte le quote, quasi in stile autunnale. E in effetti se andiamo a guardare le precipitazioni e le temperature ci sembra di avere a che fare con una perturbazione di Ottobre. La pioggia caduta è davvero tanta e su alcune città va ben oltre il quantitativo che dovrebbe cadere nell'intero mese di Luglio.

Piemonte: Torino e provincia le zone della regione più colpite dai Nubifragi, fortunatamente a differenza della recente ondata di maltempo i temporali sono stati solo localmente accompagnati da grandine ma senza particolari danni. Tanta invece la pioggia, ben 125 mm caduti dalla sera di domenica a torino città, una quantità quasi doppia di quella che normalmente dovrebbe cadere nell'intero mese di Luglio, ovvero circa 70 mm. Segnalati numerosi allagamenti nelle strade, in scantinati e sotto passi con traffico stradale e mezzi pubblici in tilt. Il livello del Po è salito notevolmente, nella zona dei Murazzi sfiora la banchina e minaccia di esondare. Pioggia intensa anche in provincia di Cuneo e Alessandria: 97,4 mm in 12 ore a Barge, 68.6 ad Acqui Terme.

Liguria: Le precipitazioni più intense sono arrivate da metà mattinata e hanno colpito in particolare il levante della regione. Caduti fino a 80 mm di pioggia nel Savonese mentre tra Genova e La Spezia gli accumuli sono compresi tra 30 e 40 mm. Meno interessata la provincia di Imperia più occidentale.

Lombardia: Le province più colpite sono quelle settentrionali: Varese, Como, Bergamo, Milano, Monza con accumuli fino a 70 mm dalla mezzanotte, oltre 80 mm nell'alta Bergamasca. A Milano città caduti fino a 50 mm con alcuni disagi. La pioggia media dell'interno mese di Luglio per la città su media trentennale è di 65 mm.

Emilia Romagna: L'Emilia centro-occidentale ha fatto segnare le precipitazioni più intense. Caduti fino a 70 mm nel Piacentino, 50 mm nel Modenese. Segnalato qualche allagamento a Modena città ma nessuna criticità particolare.

Considerazioni:  l'enorme quantitativo di pioggia caduta nella zona occidentale del bacino idrografico del fiume Po potrebbe produrre alcune locali esondazioni e una inevitabile ondata di piena nel fiume che riverserà nell'alto adriatico ingenti quantitativi di fango. Se fossimo in autunno ci preoccuperemmo poco ma trovandoci in piena stagione estiva è facile immaginare gli effetti che questa piena potrebbe produrre sulla qualità delle acque marine nelle zone più vicine alla foce nelle località balneari dell'alto Adriatico. 

Torna la neve sulle Alpi: L'abbassamento delle temperature ha favorito un drastico calo dello zero termico che si è portato poco al di sopra dei 2500 m con nevicate che hanno interessato le Alpi fin dal 2200-2300 m di quota con accumuli freschi fino a 3-5 cm, fino a 30 cm al di sopra dei 3000 m. A 3.272 metri della stazione di Ceresole Reale (Torino), nel Gran Paradiso, minima -4.1°C, a Bardonecchia, in Valle di Susa, la stazione meteo di Arpa a 3.000 metri ha registrato una minima di -1.5°C.

Sul resto della Penisola il maltempo deve ancora arrivare, per il momento si segnalano piogge a tratti abbondanti solo sulla Toscana con 30 mm nel Pistoiese e in Sicilia dove un fronte temporalesco ha scaricato in mattinata fino a 50 mm di pioggia nel Messinese e 20 mm sul Palermitano.

Le temperature: Dicevamo del clima autunnale e ne sono la testimonianza le temperature registrare alle ore 14  su buona parte delle regioni settentrionali. Solo 16°C a Torino con una minima di 13°C, una temperatura di metà Ottobre, 16°C anche ad Alessandria ed Asti con le stesse considerazioni.  Temperature poco superiori sull'alta Lombardia, superiori ai 20°C solo Milano con 22°C. Molto fresca o dovremmo dire fredda considerato l'abbigliamento di Luglio anche quasi tutta l'Emilia Romagna con valori tra 16 e 19°C. Si superano i 20°C solo nel Ferrarese. Decisamente più caldo il Nordest con valori fino a 27°C in Friuli. Clima molto fresco anche in Toscana, solo 18°C a Livorno,  20°C a Firenze e Arezzo, fresco anche l'alto Lazio con 20°C a Viterbo mentre Roma centro fa segnare una temperatura di 28°C. le città più calde di oggi Cagliari, Napoli e Palermo con 31°C.

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione delle webcam.


Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati