11 marzo 2019
ore 12:14
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
2 minuti, 21 secondi
 Per tutti
Alberi sradicati dal vento nel Lazio (Fonte immagine: corrierequotidiano.it)
Alberi sradicati dal vento nel Lazio (Fonte immagine: corrierequotidiano.it)

AGGIORNAMENTO: ritrovati e recuperati dalla guardia costiera due corpi dei tre dispersi nel mare del porticciolo di Santa Maria la Scala. Sale così drammaticamente a 6 il numero delle vittime.

E' stato un weekend drammatico per molte zone d'Italia quello appena trascorso, a causa della pesante ondata di maltempo provenuta dai Balcani. Nel mirino dei fenomeni più intensi sono state le regioni meridionali, dove si sono avute piogge intense, nevicate a quote relativamente basse e venti di tempesta.

Le vittime accertate sono quattro, tutte nel Lazio, per colpa di alberi sradicati sabato dal forte vento che hanno investito le auto su cui viaggiavano. A queste si aggiungono tre dispersi domenica in Sicilia, a Santa Maria la Scala, nel Comune di Acireale nel Catanese, travolti da un'onda che ha investito l'auto all'interno della quale si trovavano nei pressi di un porticciolo, trascinandola in mare.

Nel seguente video mareggiate sulla Sicilia orientale, burrasca forza 9:

Nel seguente video Grecale burrascoso a Balai - Porto Torres (SS):

Le raffiche di vento, anche superiori ai 100km/h, hanno portato all'interruzione di molti collegamenti marittimi sia in Campania che in Sicilia con scuole e parchi chiusi a Napoli. Pesanti disagi anche nella circolazione ferroviaria per alberi e rami caduti sui binari che hanno determinato pesanti ritardi su alcune linee del Centro-Sud sia sabato che domenica, con ritardi fino a 13 ore.

Sempre per il forte vento un mercantile turco si è incagliato sabato sulla costa pugliese in prossimità di Bari e rimane tutt'ora arenato. Al suo interno sono contenuti ingenti quantità di carburante che rischiano di riversarsi in mare a causa di una falla da cui affluisce l'acqua del mare all'interno della nave, inclinandola pericolosamente.

Il mercantile turco arenato davanti a Bari (Fonte immagine: rainews.it)
Il mercantile turco arenato davanti a Bari (Fonte immagine: rainews.it)

La neve è caduta sull'Appennino Meridionale fino a quote basse, con fiocchi che sono riusciti a fare la loro comparsa fin sulle coste campane, calabresi e localmente della Sicilia, mentre allagamenti e inondazioni hanno interessato fino a domenica il Siracusano.

La situazione ad inizio settimana è finalmente in miglioramento, grazie all'allontanamento del vortice ciclonico verso la Libia, il responsabile del maltempo, anche se un nuovo impulso instabile si sta portando rapidamente dai Balcani verso il Sud Italia e determinerà una recrudescenza dell'instabilità lunedì, anche se di breve durata.

Situazione inquinamento nei grandi centri urbani. Ecco i dettagli grafici


Venti previsti per i prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici


Moto ondoso atteso intorno all'Italia. Entra qui per i dettagli grafici


Andamento termico previsto per i prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici


Precipitazioni previste per i prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici


Segui l'evoluzione in diretta attraverso la nostra sezione satelliti



Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati