15 aprile 2021
ore 23:52
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
4 minuti, 15 secondi
 Per tutti
Cronaca meteo Italia
Cronaca meteo Italia

INSTABILITA' CRESCENTE SULLE ZONE INTERNE DEL CENTRO ITALIA. Con il passare delle ore pomeridiane l'instabilità è andata intensificandosi sulle zone interne delle regioni centrali, in particolare tra quelle di bassa Toscana e Lazio, dove si sono sviluppati rovesci di una certa consistenza. Quota neve oscillante tra 1000 e 1300m sull'Appennino.

ROVESCI IN SICILIA. Intanto l'atteso fronte in risalita dal Nord Africa ha raggiunto la Sicilia e dalle prime ore pomeridiane sta dando luogo a piogge e rovesci in rinforzo, concentrati prevalentemente sul settore centro-orientale dell'isola ed in particolare tra Ragusano, Siracusano e Catanese. La nuvolosità associata allo stesso fronte si estende fino alla bassa Calabria, generando le prime deboli piogge sul Reggino.

PIEMONTE, NEVE FINO A 600M SUL CANAVESE, A TRATTI A DOMODOSSOLA. In mattinata i fiocchi hanno interessato anche l'alto Piemonte, seppur con debole intensità. Ma la quota neve è davvero bassa per il periodo e scende fin verso i 600m sull'alto Piemonte, come segnalato a Locana (TO), sul versante piemontese del Parco Nazionale del Gran Paradiso. Ma in mattinata i fiocchi hanno fatto la loro comparsa, seppur breve, fin sul fondovalle della Val d'Ossola coinvolgendo anche Domodossola.

NEVE SULL'APPENNINO LIGURE. I rovesci che in mattinata interessano buona parte del Piemonte si sono spinti verso sud trasportati dal flusso di correnti settentrionali, sconfinando al Ponente Ligure ed in particolare alla zona di Savona. Sulle zone interne appenniniche le basse temperature permettono ai fiocchi di cadere fino a relativamente basse, intorno agli 800m.

NEVE SULL'APPENNINO EMILIANO. Coinvolta dai fenomeni l'Emilia Romagna che vede soprattutto interessata la fascia appenninica centro-occidentale. Anche in questo caso le basse temperature permettono alla neve di cadere già dai 700/800m. Pochi comunque i centimetri di accumulo oltre i 1000m.

Cerreto Laghi (RE)
Cerreto Laghi (RE)

SITUAZIONE. Lungo il bordo inferiore dell'anticiclone posizionato tra Regno Unito e Scandinavia continuano a scorrere correnti fredde da nordest che raggiungono il Mediterraneo centrale e l'Italia, alimentando una vasta saccatura di bassa pressione sull'Europa centrale. Da questa scaturiscono condizioni di instabilità che stanno interessando parte del Nord Italia con neve fino a quote basse per il periodo, ma sono coinvolte dai fenomeni anche le regioni centrali adriatiche. Al Sud invece si assiste alla risalita di un fronte nordafricano che distribuisce una nuvolosità diffusa soprattutto sulla Sicilia, dove sono in atto le prime piogge.

ROVESCI E NEVE A BASSA QUOTA AL NORD. Il flusso freddo e instabile che affluisce da nordest attraversa la Pianura Padana addensando nubi e rovesci a ridosso delle zone alpine, dell'Appennino e soprattutto al Nordovest, dove sono in corso piogge sparse con l'aria fredda che favorisce nevicate a quote collinari, già dai 400/600m. Quota neve molto bassa anche su Novarese e Varesotto, con i fiocchi che si spingono fin verso quota 400/500m. Qualche pioggia inoltre al Nordest, ma di debole intensità, con fiocchi a bassa quota anche su Trentino e Alto Veneto.

Teglio (SO):

Fotosegnalazione di Teglio
Fotosegnalazione di Teglio

PIOGGE SULL'ADRIATICO. Il flusso da nordest si scontra anche sul medio Adriatico provocando qualche pioggia tra Marche e Abruzzo, anche se si tratta di fenomeni limitati soprattutto ai settori costieri, che invece non coinvolgono le zone interne.

FRONTE IN RISALITA DAL NORD AFRICA. Contemporaneamente un fronte risale dal Nord Africa sta raggiungendo le isole maggiori e in particolare la Sicilia, dove compaiono le prime piogge sparse. Il grosso di nubi e fenomeni si scarica però sul Canale di Sardegna e si muove da ovest-sudovest verso est-nordest.

Meteo giovedì. Tempo instabile sull'Italia e clima freddo
Meteo giovedì. Tempo instabile sull'Italia e clima freddo

METEO PROSSIME ORE. VORTICE FREDDO AL NORD, NEVE A QUOTE BASSE. Nuvoloso con precipitazioni sparse un po' su tutta la Val Padana, specie a ridosso di Alpi e Appennino, e sulla Liguria di Levante, che tenderanno però a concentrarsi tra il pomeriggio e la sera sull'alta Val Padana e a ridosso delle Alpi occidentali. Neve dai 500-800m ma a tratti più in basso su alto Piemonte e Lombardia nord occidentale fino al mattino. Ai margini il Nordest, con qualche precipitazione più probabile tra Trentino e Veneto occidentale ma con maggiori schiarite in arrivo soprattutto verso sera. L'instabilità si rinnoverà anche al Centro-Sud con qualche rovescio sin dal mattino sulle coste adriatiche, mentre al pomeriggio tenderà a concentrarsi sulle zone interne con alcuni rovesci, nevosi dai 900-1200m e in locale sconfinamento agli entroterra tirrenici. Nel frattempo al Sud peggiora sulla Sicilia per una depressione in risalita dal Nord Africa con piogge e rovesci e marginale interessamento anche della Sardegna meridionale e localmente alla bassa Calabria in serata, mentre altrove permarranno maggiori schiarite. Temperature poco variate, inferiori alle medie. In ogni caso la situazione è piuttosto caotica e la distribuzione delle precipitazioni risulterà piuttosto disomogenea, con alcune zone in cui saranno presenti i fenomeni ed altre limitrofe con clima asciutto e possibili schiarite.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati