21 aprile 2017
ore 13:00
di Carlo Migliore
 Per tutti

Le gelate tardive di questi giorni stanno mettendo a dura prova l'agricoltura. Molte sono infatti le specie vegetali appena spuntate che non sono in grado di sopportare temperature notturne sottozero. Il gelo è particolarmente pericoloso poi per i giovani virgulti delle vigne che proprio in questo periodo cominciano a rinascere dopo il letargo invernale. Ma esistono fortunatamente dei sistemi per salvaguardare i pregiati vitigni.  

Gelo tardivo, un pericolo per l'agricoltura
Gelo tardivo, un pericolo per l'agricoltura

Una delle tecniche più pratiche e veloci è utilizzare il ghiaccio  per evitare che si scenda pericolosamente a valori inferiori. Per far si che il ghiaccio avvolga e quindi protegga i giovani rami dal gelo peggiore si innaffiano  i vitigni con acqua finemente nebulizzata nel momento in cui la temperatura scende sotto lo zero. Il risultato è quello della foto. Se la temperatura dell'aria continuerà a scendere fino a valori parecchio inferiori allo zero, all'interno di quelle "guaine" di ghiaccio la temperatura resterà fissa attorno a 0° evitando danni irrimediabili.

Vigneti in francia, il ghiaccio protegge da temperature troppo basse
Vigneti in francia, il ghiaccio protegge da temperature troppo basse

Un'altra tecnica sicuramente più costosa e più impegnativa consiste nello scaldare l'aria con delle fiaccole. Questa tecnica è stata utilizzata sempre in questi giorni sui vitigni di alta montagna della svizzera dove le temperature sono scese fino a valori i -16°. Il risultato visivo finale di questo secondo tipo di intervento è decisamente più suggestivo.


Articoli correlati

Scarica la nostra app ufficiale!

Commenti