15 giugno 2019
ore 7:30
di Manuel Mazzoleni
tempo di lettura
1 minuto, 43 secondi
 Per tutti

Il robusto e rovente anticiclone nord-africano, responsabile della seconda ondata di caldo sulle nostre regioni centro meridionali, nel corso delle ultime ore si è gradualmente indebolito ad iniziare dalle regioni settentrionali, eroso dall'espansione verso sudest di una vasta circolazione depressionaria sull'Europa nordoccidentale. L'ingresso di correnti più fresche in quota ha così favorito nella serata di ieri e poi nel corso della notte la formazione di rovesci e temporali tra Piemonte centro settentrionale e medio-alta Lombardia con fenomeni localmente anche di moderata o forte intensità. Nel contempo le correnti fresche si sono spinte verso le regioni centrali favorendo la genesi di altri rovesci e temporali che da Ovest verso Est hanno interessato il Nordest, le Tirreniche centro settentrionali e parti del medio adriatico, bagnando all'alba città come Roma, Firenze e Perugia. In queste prime ore del mattino il fronte in avanzamento sta rinnovando fenomeni su Romagna, Veneto orientale, FVG, interne laziali, Umbria nonché parte di Marche e Abruzzo. Al Sud nuvolosità medio-alta, a tratti anche compatta, è invece avanzata da Ovest offuscando i cieli ma senza portare fenomeni degni di nota. Risveglio ancora caldo al Sud con punte alle 7.30 già di 28/29°C sull'alta Calabria ionica, la Basilicata orientale e il Molise orientale, 24/26°C altrove.

PROSSIME ORE - Il fronte instabile proseguirà la sua marcia verso Levante rinnovando ancora qualche rovescio o temporale all'estremo Nordest nonché locali scrosci di pioggia su medio Adriatico, Molise e Campania. Nel corso del pomeriggio nuovi temporali di calore potrebbero prender vita lungo l'arco alpino, la dorsale centrale, i rilievi etnei, Lucania e Daunia, sconfinando entro sera anche su medio Adriatico, Sicilia ionica, Tavoliere e pianure settentrionali di Piemonte e Lombardia. Giornata ancora rovente al Sud con punte sino a 37/38°C su Tavoliere, Materano, Tarantino, Crotonese, Ennese e Catanese. Più "fresco " al Centro Nord con valori sino a 30/31°C in Val padana, 32/34°C nelle interne Tirreniche e subappennino adriatico.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati