2 settembre 2019
ore 20:00
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 37 secondi
 Per tutti

L'uragano Dorian ha raggiunto la categoria 5, il massimo. Ora si trova sull'isola di Grand Bahama e intorno al suo centro soffiano venti a 300km/h con piogge torrenziali che stanno provocando devastazione per pesantissimi allagamenti con l'acqua alta fino a 7 metri. Secondo quanto riferito dal Primo Ministro delle Bahamas Hubert Minnis, 'Non si poteva distinguere l'inizio dell'oceano dalla strada' aggiungendo che 'Questo è il giorno più triste e peggiore della mia vita per rivolgermi al nostro popolo'. E' ancora presto per fare un bilancio, ma potrebbero esserci diverse vittime mentre sono andate distrutte diverse abitazioni.


Ad aggravare ulteriormente la situazione è la bassissima velocità di spostamento di Dorian, a circa 2 km/h, stazionando quindi su Grand Bahama per l'intera giornata odierna. Poi inizierà a spostarsi verso nordovest e da martedì scenderà alla categoria 4 con venti fino a 240km/h puntando la Florida, dove comunque non avverrà un vero e proprio landfall ma il suo centro si terrà qualche chilometro al largo della costa orientale. Quanto basta per aver provocato l'evacuazione di un milione di persone, poiché la sua potenza rimarrà sempre distruttiva con piogge torrenziali e onde altissime che eroderanno facilmente la costa.

Successivamente Dorian sfilerà verso nord parallelamente alla costa sudorientale degli USA e scorrerà lungo la Georgia mercoledì, poi lungo le Carolinas giovedì quando si sarà declassato alla categoria 2, senza probabilmente effettuare mai un landfall diretto sulla terraferma.

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione delle webcam

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI

Per conoscere in tempo reale dove sta piovendo o nevicando consulta la nostra sezione Radar, con immagini in Real Time delle precipitazioni sia a livello nazione che regionale

Per conoscere in tempo reale la situazione del traffico sulle nostre principali strade e autostrade italiane consulta la sezione TRAFFICO

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati