27 marzo 2013
ore 13:20
di Manuel Mazzoleni
tempo di lettura
54 secondi
 Per tutti
Raggiunta la massima estensione
Raggiunta la massima estensione
I ghiacci marini artici hanno raggiunto la loro massima estensione stagionale il 15 marzo 2013, segnando lo spartiacque tra la stagione invernale e quella estiva. Purtroppo la situazione rimane critica visto che il massimo raggiunto è stato il sesto più basso da quando si effettuano le misurazioni satellitari.

Più nel dettaglio il 15 Marzo 2013 il ghiaccio marino artico ha raggiunto un'estensione massima di circa 15.13 milioni di chilometri quadrati, un valore tuttavia inferiore di 733 mila chilometri quadrati rispetto alla media 1979-2000. Il massimo si è verificato cinque giorni più tardi rispetto alla data media (1979-2000) che normalmente è il 10 marzo. Va precisato che negli ultimi anni questa data è variata molto passando dal 2 Aprile del 2010 al 24 Febbraio del 1996.

Come annunciato prima è il sesto peggior risultato dal quando si effettuano le misurazioni satellitari, che vedeno nel 2011 la peggior estensione di sempre. Durante l'inverno l'estensione del ghiaccio marino artico è cresciuta di ben 11,72 milioni km quadrati, un valore record mai registrato prima, ben 645,000 chilometri quadrati in più rispetto al precedente record, stabilito nell'inverno 2007-2008.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati