4 maggio 2016
ore 11:38
di Carlo Migliore
 Per tutti

Il grande Blue Hole del Belize
Il grande Blue Hole del Belize

In realtà non ci sono grandi misteri attorno al grande Blu Hole della barriera corallina al largo della costa del Belize nell'America centrale ma a molte persone piace immaginare che dietro la spiegazione scientifica della sua formazione ci siano delle storie ancora sconosciute. Tutto comincia milioni di anni fa ed è una storia di "continente", li dove adesso c'è l'oceano infatti c'era la terraferma ed un banco roccioso di origine calcarea come ce ne sono in ogni parte del pianeta. Il carsismo e lo sviluppo di una rete di gallerie sotterranee proprio come avviene ad esempio sull'altopiano del Carso ha nel tempo scavato la roccia nel sottosuolo finché, un bel giorno circa 150mila mila anni fa, il soffitto di questa rete di gallerie è crollato dando origine a quello che gli americani chiamano sinkhole ma che noi conosciamo meglio come "dolina carsica". 


Successivamente dopo la fine dell'ultima era glaciale, l'innalzamento del livello del mare ha sommerso la zona e inondato questo gigantesco buco che oggi a causa della sua profondità di 124m rispetto alle acque circostanti appare di un bel blu scuro. All'interno di questo gigantesco pozzo subacqueo largo 300 metri è ancora possibile osservare le stalattiti che si sono formate milioni di anni fa quando la zona era ancora emersa. I geologi ritengono inoltre che debba esserci stato in un remoto passato anche un gigantesco terremoto che ha sconvolto l'assetto della zona in quanto le stalattiti pendono dai soffitti sotto le pareti con una anomala inclinazione di circa 12°.

Articoli correlati

Scarica la nostra app ufficiale!

Commenti