11 agosto 2017
ore 14:41
di Manuel Mazzoleni
 Per tutti

L'incendio visto dal satellite- NASA Earth Observatory
L'incendio visto dal satellite- NASA Earth Observatory

I roghi, in questa calda estate, non hanno risparmiato neppure i Paesi del Nord. Per la prima volta un vasto incendio, forse innescato dall'incuranza di alcuni turisti, è divampato in Groenlandia a solo 150 km dal Circolo Polare Artico. Il tutto è stato immortalato dai satelliti della Nasa e dell'Esa. I roghi, avvistati per la prima volta il 31 luglio scorso, hanno colpito un'area a 150 km a nordest di Sisimiut, la seconda città della Groenlandia. Si stima che circa 1.250 ettari di tundra sono andati in fiamme, a solo 50 km dal fronte di un ghiacciaio. Si tratta di un evento insolito che si verifica di raro a queste latitudine. Secondo fonti locali l'ultimo risale al lontano del 1966.

Secondo un'analisi preliminare diffusa da Stef Lhermitte, docente della Delft University of Technology olandese, l'attività dei roghi rilevata nel 2017 è eccezionalmente superiore a quella degli anni precedenti, dal 2000, e cioè da quando è operativo il satellite Terra della Nasa equipaggiato con lo spettroradiometro Modis.

Incendio poco lontano dal fronte del ghiaccio
Incendio poco lontano dal fronte del ghiaccio

Articoli correlati

Scarica la nostra app ufficiale!

Commenti