9 marzo 2012
ore 15:15
di Edoardo Ferrara
tempo di lettura
1 minuto, 56 secondi
 Per tutti
Insolito vortice ciclonico sul cuore del Sahara! - E' proprio così, un nuovo ciclone si sta approfondendo sul nord Africa, per l'ennesima volta in questi ultimi mesi, e determinerà maltempo nelle prossime ore tra Algeria, Tunisia e Libia. Il vortice risulta insolitamente profondo e ben strutturato vista l'area di interesse, alimentato da una vasta goccia fredda in quota che si sta lanciando come una vera e propria bomba fin sul cuore del deserto algerino, scorrendo lungo il bordo di un anticiclone delle Azzorre che come al solito rimane sbilanciato sull'ovest Europa. Pensate che l'isoterma di 0°C a 1500m va a toccare addirittura il Tropico del Cancro, raggiungendo i monti dell'Ahaggar.

Mentre il Nord Italia soffre la siccità, piove sul Sahara! - Il minimo barico al suolo, attualmente posizionato sulla Libia occidentale, sta ulteriormente approfondendosi verso valori prossimi ai 1000hPa e separa a sinistra le masse di aria fredda in esondazione sull'Algeria, a destra aria molto mite pompata dalle latitudini tropicali fin sulla Libia, mantenendole a stretto contatto. Attorno al vortice i venti sono in sensibile rinforzo tanto da provocare violente tempeste di sabbia sia sul Sahara algerino che libico. Piogge e temporali interessano per ora soprattutto l'Algeria orientale, la Tunisia centro-meridionale e l'angolo libico nord occidentale: pensate che piove ad Illizi, località del deserto algerino posta poco a nord del Tropico del Cancro, con appena 6°C; rovesci di neve si spingono sugli Ahaggar fin sotto i 1100-1200m. Tutto questo suona come una beffa pensando che il Nord Italia attende ancora le piogge...

Maltempo per almeno 48 ore - Nelle prossime ore il vortice risalirà fin sulle coste libiche approfondendosi ulteriormente, e determinando maltempo ancora tra Tunisia, Algeria nord orientale Libia nord occidentale, con rovesci e temporali anche violenti per almeno 48 ore! Saranno possibili allagamenti e improvvise alluvioni lampo, con inevitabili problematiche. Ma non solo: alle piogge insolitamente abbondanti si aggiungeranno venti impetuosi; su coste algerine e tunisine sono attesi forti venti tra Levante e Grecale, con violente mareggiate. Il maltempo dovrebbe allentare la morsa a partire da Domenica, quando il vortice si sarà lentamente allontanato sul Mediterraneo meridionale.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati