Redazione 3BMeteo
17 gennaio 2017
ore 17:58
Redazione 3BMeteo
 Per tutti

un Po di neve
un Po di neve

AGGIORNAMENTO ore 17:00- La situazione resta critica in Abruzzo- AVVIATO LO STATO DI EMERGENZA- sempre bersagliata da forti venti e precipitazioni abbondanti. Almeno 300 mila persone , un quarto dell'intera popolazione dell'Abruzzo,  senza elettricità, mentre 5000 senza acqua. Previsto l'intervento dell'esercito nelle prossime ore, dopo le ripetute sollecitazioni da parte dei sindaci di Teramo e Chieti, le zone più colpite dall'ondata di freddo e neve. Le case al buio rientrano soprattutto nella provincia di Teramo, mentre i problemi idrici maggiori riguardano il Pesarese. Molti ancora i comuni isolati: secondo il presidente della provincia di Teramo la situazione è davvero difficile. Anche il sindaco di Lanciano lancia l'allarme: "Siamo in piena emergenza. La nevicata eccezionale di ieri ha accumulato al suolo tra i 70 e gli 80 centimetri, ma l'urgenza è l'assenza di luce, gas e acqua".

Nel frattempo si registra la prima vittima di questa recente ondata di gelo. Si tratta di un uomo di 67 anni morto assiderato nella sua auto nel brindisino. Numerosi i disagi alla circolazione così come gli alberi abbattuti, mentre restano chiuse le scuole in molte province. Chiusa ai mezzi pesanti dalle 14 di oggi alle 14 di domani la statale 16.

Nel corso del pomeriggio il maltempo ha continuato a penalizzare la Sardegna orientale e meridionale raggiunta da temporali e nevicate sino a 200-300 metri in Ogliastra. Non ha consesso tregua neppure nelle Marche, in Abruzzo e nel Molise con nevicate su tutta la dorsale tosco-emiliana fino al Mugello, Casentino ( vedi video sotto per gentile segnalazione di Agipress ); fiocchi anche a Firenze. Abbondanti nevicate anche in Umbria, specie tra Colfiorito, Castelluccio e Gubbio. Fenomeni hanno interessato anche il basso Lazio, la Campania, la Calabria e la Puglia con fenomeni anche a sfondo temporalesco. Anche ilvento ha continuato a soffiare in maniera decisa e dopo le raffiche di 141 km/h registrate a Trieste, toccati i 115 km/h sulla dorsale tosco-emiliana, 90 km/h sul Levante ligure, 85 km/h nel viterbese, 80 km/h in Sardegna e nel Pontino, 70 km/h nel Gargano e tra Romagna e alte Marche.




Maltempo Italia: Emergenza neve in Abruzzo, temporali di neve in Sardegna. Vasti incendi in Liguria

Aggiornamento ore 13.00: L'insidioso vortice di bassa pressione presente sull'area tirrenica continua a favorire spiccate condizioni di maltempo sulle regioni centro meridionali. Due minimi presenti al suolo, uno in prossimità della Sardegna e un altro vicino alla Campania stanno alimentando in queste ore numerosi fronti temporaleschi mentre una nuvolosità meno compatta interessa l'Adriatico. 

Fotosegnalazione di Nuoro
Fotosegnalazione di Nuoro

Nel corso della mattinata il maltempo si è quindi attenuato temporaneamente sull'Abruzzo dopo le abbondanti nevicate che hanno cumulato su Chieti e provincia fino a oltre 1 metro di neve mentre è peggiorato sulla Sardegna, l'area tirrenica e la fascia ionica con temporali che sono risultati nevosi fino a bassa quota in Sardegna. Neve abbondante a Nuoro, imbiancata anche Sassari. Grandine sulla Calabria ionica, abbondante nella Locride e ancora neve, tanta neve sui rilievi della Sila. Neve anche in Sicilia fino a quote collinari e a tratti ancora sulla Campania con temporali su Napoli e Salerno. Nel contempo si sono chiusi i cieli delle Marche e dell'Emilia Romagna con deboli nevicate fino a bassa quota nelle Marche e fino in piano in Romagna come il caso di Forli. Debole neve anche a Firenze e a Pistoia.


In questo quadro di emergenza pioggia e neve il Nord si inserisce con un'emergenza completamente diversa, quella della siccità e degli incendi. La mancanza di precipitazioni importanti da mesi e i venti asciutti e secchi hanno alimentato numerosi incendi dolosi in Liguria fin dalla giornata di ieri Lunedì. Notte di paura a Genova circondata dalle fiamme che hanno costretto le autorità anche a chiudere l'autostrada A12.  vigili del fuoco sono ancora al lavoro e mentre la situazione è migliorata sul ponente, sul levante persiste una grave emergenza.

Emergenza incendi in Liguria paura a Genova
Emergenza incendi in Liguria paura a Genova

Aggiornamento ore 8.00: Si aggrava ulteriormente la situazione di emergenza  causata dalla neve in Abruzzo. Tra le province di Teramo, Pescara e Chieti nella notte sono caduti altri 40mm di precipitazione che tradotti in centimetri di neve equivalgono ad una quarantina di centimetri. Già nella giornata di ieri a Chieti si erano raggiunti i 60-80cm, con le ulteriori nevicate di stanotte, cadute a bassissima quota, il manto nevoso ha raggiunto e localmente superato il metro di altezza

17 gennaio 17
17 gennaio 17

Chieti sepolta dalla neve
Chieti sepolta dalla neve

Segnalati diversi Blackout (quasi 200mila utenze) a causa della neve caduta sulle linee elettriche e interruzioni del riscaldamento mentre la società autostrade per delle cattive condizioni meteo ha disposto la parziale chiusura di alcuni tratti della A16 e della A24 dove continua a nevicare. Le scuole restano chiuse in città come in quasi tutti i comuni della provincia. Nevica bene anche a l'Aquila, unica città in cui fino ad ora non si erano verificati accumuli importanti. Imbiancata anche la costa, Montesilvano stamattina si è svegliata ricoperta da un sottile strato di neve. Neve coreografica anche a Firenze e Pistoia sebbene senza accumuli salvo che più in quota. Neve anche in Umbria soprattutto nella zona orientale.

Rovesci di neve non hanno risparmiato neanche la Sardegna, fino a quote molto basse, a tratti di bassa collina se non fin sulle pianure interne del comparto settentrionale ed orientale: la neve ha raggiunto Sassari, ben imbiancata Nuoro.

Colfiorito sotto la neve
Colfiorito sotto la neve

E intanto continua a far molto freddo su tutta l'Italia con temperature sottozero stamattina su quasi tutta la pianura Padana e le zone interne del Centro. Raggiunta una minima di -10° a Verona, -4° a Torino, -3° a Milano mentre torna alla normalità la laguna di Venezia che nei giorni scorsi risultava completamente gelata come un'immensa pista di pattinaggio. A trieste una bora violenta spazza tutta la città con raffiche che hanno raggiunto i 141km/h

Nuoro imbiancata
Nuoro imbiancata

Articoli correlati

Scarica la nostra app ufficiale!

Commenti