11 settembre 2019
ore 14:50
di Manuel Mazzoleni
tempo di lettura
1 minuto, 5 secondi
 Per tutti

Salgono a 20 le vittime in Marocco dopo la recente ondata di maltempo che ha portato violenti nubifragi, esondazioni di numerosi torrenti, grandinate improvvise che hanno imbiancato le dune del Sahara. Colpita soprattutto la provincia di Errachidia, dove 18 persone sono morte dopo che un autobus di linea che viaggiava su una strada locale è stato travolto dalla inaspettata piena di un piccolo fiume. Scenario surreale sulle dune di Merzouga, nel deserto del Sahara, dove la grandine caduta in abbondanza ha ricoperto di uno strato bianco il terreno come se avesse nevicato.

Il maltempo ha colpito anche altre regioni del Paese, specie quelle più settentrionali. Ad esempio a Khenifra, provincia centrosettentrionale, le inondazioni hanno distrutto una parte della cittadina, uccidendo un adolescente e un anziano. Secondo le previsioni meteo il maltempo dovrebbe proseguire anche nei prossimi giorni tanto che i media locali hanno lanciato una allerta meteo invitando la popolazione a non uscire di casa per possibili alluvioni, temporali e forti inondazioni.

Si tratta della seconda tragedia a distanza di pochi giorni, sempre a causa del maltempo: nella provincia orientale di Taroudant ben otto ragazzi sono morti dopo essere stati trascinati via da un'altra piena, causata da piogge intense.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati