9 agosto 2019
ore 13:54
di Manuel Mazzoleni
tempo di lettura
1 minuto, 23 secondi
 Per tutti

Non è stata ancora spento il grosso incendio, sprigionatosi stanotte nel magazzino di logistica "Lotras" a Faenza, in provincia di Ravenna. Le fiamme stanno divorando un capannone di ben 21mila metri quadri, in cui sono stoccate merci di ogni tipo, dal vestiario a componenti d'auto, tra cui anche olio alimentare, ceramiche e plastica. 


Secondo il sindaco faentino, Giovanni Malpezzi, che segue le operazioni sul posto si prospettano tempi di spegnimento molto lunghi e le operazioni restano ancora difficili. Sempre secondo il sindaco per spegnere il maxi incendio i vigili del fuoco stanno pensando a "un'onda d'urto d'acqua", stante l'impossibilità di accede al capannone per via del "collasso" della struttura, tetto e pareti, e del materiale in fiamme stoccato all'interno. La soluzione prevederebbe quindi di buttare dentro la struttura contemporaneamente grandi quantità di acqua e materiale schiumogeno.


Nel contempo il sindaco rinnova l'invito ai cittadini, per precauzione, a circolare il meno possibile e soprattutto a non stazionare a meno di 500 metri dal rogo. Diversi i curiosi che sono stati già fatti allontanare, attratti anche delle alte colonne di fumo visibili a molti chilometri di distanza. Chiuso il traffico nella zona per facilitare le operazioni dei Vigili del Fuoco e dei tecnici dell'Arpa. Chiusa inizialmente anche la linea ferroviaria Faenza-Ravenna-Lavezzola, ma poi ripristinata nella mattinata.

Comune di Ravenna in allerta. Nell'eventualità che nelle prossime ore il vento possa trasportare i fumi verso il Ravennate si raccomanda di limitare attività all'aperto e di chiudere le finestre delle abitazioni", spiega l'amministrazione in una nota.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati